Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maryna, la “star del web” che fa click anche raccontando la violenza sulle donne

Più informazioni su

Genova. “Mi chiamo Marina e credo nell’amore”. Inizia così il video, tratto dal monologo di Paola Cortellesi che Maryna, una delle “star” di yuoutube, tra le più seguite da giovani e giovanissime, ha voluto dedicare al tema della violenza sulle donne. Un video che ha deciso di interpretare per raccontare “senza peró usare storie e nomi di queste povere ragazze – spiega su Facebook – le cui tragiche vicende invadono i media ogni santo giorno”.

Violenza donne

È, proprio per sensibilizzare su questo temi Maryna ha dato la sua adesione a “stop violence #TuComeMe”, 24 appuntamenti contro la violenza, tra arte, cultura e spettacolo, che si snodano in molti luoghi di Genova e avranno il loro culmine con un flash mob, “il muro delle bambole” il 25 novembre, a De Ferrari. L’iniziativa, organizzata da Ipasvi, il collegio Infermieri, Assistenti Sanitari, Vigilatrici d’Infanzia, ha visto una entusiastica adesione di artisti, da Jo Squillo che canterà ai giardini Luzzati, fino, appunto, a Maryna, tutti arrivato a Genova, a titolo gratuito, per lanciare un messaggio forte alla donne. Ricordare che, come ha scritto sulla sua pagina Facebook, “se un uomo vi alza le mani non vi ama, reagite rima che sia troppo tardi”.

Per una volta, quindi, Maryna ha deciso di non far solo ridere il suo pubblico ma di farlo riflettere su queste tematiche. “La cosa bella del web e’ proprio questa – spiega – che oltre a far girare video divertenti e scherzosi a volte può anche far riflettere e far passare dei messaggi Importanti come quello contro la violenza sulle donne sensibilizzando pubblico giovane che è il target principale del social network. Questo un tema molto delicato che mi sta parecchio cuore – spiega – perché qualche tempo fa anche io ho avuto una storia un po’ di tormentata e per quello sono molto sensibile”.

A seguirla,quindi, migliaia di ragazze che, in lei, hanno trovato anche un sostegno per superare i piccoli problemi della loro età. “La mia casella di posta della pagina è diventata una specie di posta del cuore come la chiamo io a- spiega Maryna -mi scrivono le ragazzine che hanno problemi coi loro fidanzati o coi genitori, chiedono un sacco di consigli. Giusto ieri una ragazzina mi ha chiesto se fare il piercing e gli ho detto no fai attenzione che poi ti rimane il buco tutta la vita. E le mi ha scritto ok, ok, allora ti ascolto. Le madri dovrebbero ringraziarmi per questo aiuto”