Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Male la Pgs Auxilium ai nazionali di Ancona

Brutta prestazione delle giovani ginnaste liguri che terminano ottave su nove squadre in un clima surreale, caratterizzato dall'ansia per il terremoto

Più informazioni su

Si è conclusa la seconda prova del campionato di Serie B Nazionale di ginnastica ritmica che si è svolta ad Ancona in un clima che non è potuto essere certamente festante, come di consueto accade in queste manifestazioni. La gara, prevista a Fabriano, ma spostata nel capoluogo marchigiano per il pericolo sismico, non è stata esentata dal terremoto che ha colpito il centro Italia.

Anche ad Ancona infatti sono state avvertite in modo netto, le forti scosse sprigionatesi da Norcia nella mattinata di sabato. Ciò nonostante le 9 squadre impegnate nel campionato, si sono presentate regolarmente all’appuntamento, con l’Auxilium a rappresentare Genova.

La società ligure ha schierato la stessa formazione della prima prova, con Giulia Segatori al corpo libero, Sofia Dolcini alla fune e alle clavette, Nicole Parisi al cerchio, Giulia Simi al nastro e l’esordiente Ilaria Puglia alla palla, con Daria Brosio e Sabrina Deiana come riserve. Il regolamento prevedeva comunque che le atleta presentassero esercizi con attrezzi diversi da quelli utilizzati nella prima uscita dell’anno.

Non eccelsa la prova delle genovesi comunque, che terminano ottave a causa di diversi errori, soprattutto alla fune, col cerchio e alle clavette, mentre nettamente migliori sono state le esecuzioni con la palla, il nastro e al corpo libero. Nel campionato generale, passo indietro quindi per la Pgs Auxilium che scende al sesto posto, ma rimangono ancora due prove che potranno rimediare a questa uscita non troppo felice in terra marchigiana.