Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Entella ospita la Pro Vercelli, Roberto Breda: “Ci aspetta una partita molto sentita” risultati

Si gioca al "Comunale" di Chiavari alle ore 15

Chiavari. Allenamento di rifinitura questa mattina per l’Entella, sotto gli occhi del presidente Antonio Gozzi e di tutta la dirigenza.

Dopo la seduta il tecnico Roberto Breda ha diramato la lista dei convocati. Sono ventuno: Iacobucci, Paroni, Ceccarelli, Pellizzer, Benedetti, Sini, Belli, Iacoponi, Baraye, Di Paola, Gerli, F. Costa, Moscati, Troiano, Ammari, Tremolada, Caputo, Cutolo, Beretta, Masucci, Diaw.

Assenti l’infortunato Palermo e Keita, impegnato con la Nazionale del Mali.

La seduta dell’antivigilia, ieri, era stata ad alto contenuto di tattica. Lavoro mattutino per l’Entella che agli ordini di mister Breda ha studiato nel dettaglio le contromisure da adottare contro la Pro Vercelli.

La partita avrà inizio alle ore 15. Sarà arbitrata da Livio Marinelli della sezione di Tivoli, assistito da Francesco Disalvo (Barletta) e Paolo Formato (Benevento); quarto uomo Riccardo Pinzani (Empoli).

E’ un periodo in cui abbiamo voglia di giocare – spiega Roberto Breda -, perché le cose stavano venendo abbastanza bene. Però è anche giusto mettere ogni cosa al suo posto e dare priorità alle cose più importanti. Al di là di quello che è stato noi dobbiamo essere bravi a pensare solo alla partita e far sì che il lavoro che abbiamo fatto ci porti a fare la miglior partita possibile. Le altre situazioni possiamo analizzarle fino ad un certo punto, perché non possiamo cambiarle. Dobbiamo solo il modo che ci portino delle risposte. Sono state due settimane di lavoro buono, di qualità, quindi speriamo che anche la partita sia lo stesso“.

Negli ultimi anni è sempre stata una partita che ha avuto un peso specifico superiore alle altre gare – prosegue l’allenatore -. Anche adesso è così. Ci aspetta una partita sentita da tutti quanti. Però al di là di questo noi dobbiamo fare di tutto per continuare il nostro percorso e far più punti possibile ad ogni gara, ne rispetto dell’avversario però anche sapendo che abbiamo forti motivazioni”.

Riguardo alla formazione: “Le riflessioni da fare sono ancora aperte – conclude Breda – ma non credo ci saranno grosse sorprese“.