Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La lezione di Ivano Fossati: “Ci sono opportunità nel mondo della musica”

Più informazioni su

Genova. “La musica ha bisogno non solo di cantanti e musicisti ma anche di avvocati, per gestire i contratti o i diritti d’autore, di assistenti, di addetti stampa e, nonostante questo sia un momento difficile, di passaggio, le opportunità ci sono”.

Fossati

Ivano Fossati racconta questo ai giovani che hanno partecipato a “orientamenti” l’appuntamento con il mondo della scuola e della formazione che si svolge a Genova. Fossati, uno dei “capitani coraggiosi”, delle figure di riferimento scelte per dare segnali agli studenti liguri, ha raccontato quello che è il mondo della musica, spiegando principalmente tutto il lavoro che si svolge “dietro alle quinte” e invitando i giovani ad avvicinarsi a questa realtà.

“Vi voglio togliere il dubbio che il mondo della musica sia irraggiungibile- ha spiegato Fossati – non è vero, ci sono tantissime specializzazioni. Ci sono figure come quella del tecnico del suono, quelle legate all’editoria musicale, quella che fa si che un successo italiano possa essere esportato, è questo è altro settore dove c’è molto da fare. Servono discografici, ma anche tecnici video, promoter televisivi e radiofonici, organizzatori di concerti. Altre grandi opportunità arrivano dalle case discografiche, quelle grandi, ma anche quelle indipendenti che, tra l’altro, aprono le frontiere visto che le cose che si fanno nell’ambiente italiano hanno le stesse modalità anche all’estero. C’è molto lavoro da fare -spiega – le attività sono moltissime e interessanti, e le carriere sono molto rapide, e’ un’industria come le altre, dove lavora gente seria”.

Ai giovani, quindi, Fossati ha raccontato l’industria discografica, ha risposto alle domande e fugato i dubbi, sopratutto quelli legati al futuro della musica anche in base a internet e, infine, ha chiuso con un’esortazione: “Ascoltate la vocina che avete dentro e se questa vi dice di seguire il mondo della musica, nonostante sia difficile e faticoso, fatelo”.