Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Lavagnese vola a Montecatini. Il Ligorna vince ancora e sogna risultati

La squadra di Tabbiani stacca Massese e Gavorrano e prova a scappare in solitaria. Biancoblù vincenti contro uno Sporting Recco in piena crisi. Torna a vincere il Sestri Levante

Domenica importante in Serie D, perché arrivano due successi importanti per le genovesi. La Lavagnese sale al primo posto in classifica, mentre in fondo, il Sestri Levante ritrova l’appuntamento con in tre punti dopo ben sette turni consecutivi. Gioisce anche il Ligorna che si aggiudica il derby contro lo Sporting Recco e lo condanna alla penultima posizione.

I bianconeri di Tabbiani, oggi squalificato, hanno espugnato il “Mariotti” di Montecatini e ora solo in testa solitari alla classifica. La prima mezzora vede i biancocelesti più in palla, con Taddeucci che chiama subito all’intervento Gavellotti, che deve mandare in corner. Poi succede poco fino al 33° quando Ghiglia si fa vedere in avanti, impegnando Biggeri. Al 44° poi ancora l’esterno lavagnese entra in area e calcia potente: la sfera colpisce la traversa per poi impattare il terreno di gioco senza oltrepassare la linea.

Nel secondo tempo gli ospiti ricominciano da dove avevano lasciato, mentre il Montecatini sembra accusa l’aggressività bianconera. Dopo due minuti, Di Pietro controlla e si crea lo spazio per calciare basso, ma Biggeri para. Poco dopo ancora Ghiglia, stavolta da posizione estremamente favorevole tira a botta sicura, ma il portiere è fenomenale nello sventare l’occasione.

Si deve attendere il 73° per vedere il, meritato, gol della Lavagnese che passa con Croci. L’attaccante fa tutto da solo, saltando un paio di avversari e infilando Biggeri di precisione. Il Montecatini non riesce a reagire, perciò all’80° Currarino chiude i conti, eludendo l’intervento avversario e calciando preciso nell’angolino basso. Partita chiusa e Lavagna in festa per il primato.

Si festeggia anche nel capoluogo ligure, dove il Ligorna trova un’importante vittoria contro uno Sporting Recco quasi allo sbando. I biancoblù decidono la partita con le reti di Chiarabini al 36°, bravo a cogliere il palo lontano; e con Valenti tornato finalmente al gol, con una splendida incornata su assist dello stesso Chiarabini. Inutile la rete, pur molto bella di Esposito che al 68° riapre i conti con un diagonale forte e preciso.

Nel finale di gara il Ligorna si chiude e subisce l’assedio recchelino, ma il risultato non cambia, e i genovesi vincono con merito. Per lo Sporting invece si profila un dicembre delicato, con tante voci di mercato e la panchina di Panizzo che sembra sempre più appesa a un filo. I biancoblù al contrario ora sono a un passo dai playoff e possono sognare.

Un rigore di Mobilio spezza la maledizione del Sestri Levante che nelle ultime otto uscite aveva rimediato altrettante sconfitte. La squadra di Dagnino invece ritrova l’appuntamento con la vittoria sul proprio terreno di gioco battendo un modesto Jolly Montemurlo.

Il primo tempo non è bello, le squadre sono contratte e il primo vero tiro è di Dotto al 27° con Biagini bravo a sventare l’occasione. Più nitida l’occasione di Naclerio che colpisce a botta sicura al 35° ma Fedi salva sulla linea.

La seconda parte di gara è giocata meglio dai corsari che prendono in mano le redini della partita. Le due squadre comunque si fronteggiano a visto aperto, combattendo su ogni pallone ed anche qui il primo tiro si attendere fino al 60° quando il neoentrato Bondi trova ben piazzato Biagini che para. Poco dopo Oneto ha l’occasione per siglare il gol, ma ancora Biagini è spettacolare e salva la propria porta con un doppio intervento che ha del miracoloso.

Al 68° finalmente il gol di Mobilio che arriva dopo un tocco di mano in area di Fedi. Giusta la decisione e perfetta l’esecuzione. Il Jolly prova a reagire, conquista diersi calci d’angolo, ma non è quasi mai pericoloso se non all’80° quando lo stesso Fedi gira benissimo di testa in porta, ma Caio Secco para con un gran gesto atletico. Il finale poi vede il Sestri chiudere in dieci uomini per l’espulsione di Dotto, ma non cambia il risultato e i corsari, finalmente tornano a fare punti.