Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Guidarono protesta in aeroporto contro la chiusura di Fincantieri: Manganaro e Grondona a processo il 14 febbraio

Sono accusati di interruzione di pubblico servizio, occupazione di suolo pubblico e violenza privata

Genova. L’ex segretario della Fiom genovese Franco Grondona e l’attuale segretario Bruno Manganaro sono stati rinviati a giudizio per interruzione di pubblico servizio, occupazione di suolo pubblico e violenza privata e manifestazione non autorizzata.

Il sostituto procuratore Patrizia Petruzziello ha disposto il decreto di citazione a giudizio: il processo comincerà il prossimo 14 febbraio davanti al giudice Adriana Petri.

I fatti riguardano la manifestazione di Fincantieri del 4 gennaio 2012 quando, in una fase molto dura della vertenza che rischiava di portare alla chiusura dello cantiere di Sestri ponente e nell’ambito di diverse mobilitazioni cittadine che avevano il sostegno della città, venne bloccato per qualche ora il funzionamento dello scalo aeroportuale Cristoforo Colombo.

“Sorprende vedere – commenta il segretario della Fiom Bruno Manganaro – come a chi voleva chiudere quel cantiere vanno oggi premi e riconoscimenti mentre per chi lo ha difeso raccogliendo intorno a quel cantiere tutta la città tocca subire i processi. Così va l’Italia. Ma è grazie a quella battaglia che abbiamo salvaguardato il cantiere che oggi offre sviluppo e lavoro”.