Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fusione Comuni, Coordinamento Ligure contro la Regione: “Abolire gli incentivi decisione antistorica”

Più informazioni su

Genova. Non tagliate i finanziamenti previsti per le fusioni di Comuni. L’accorato appello arriva da Antonello Barbieri, portavoce del Coordinamento Ligure per le Fusioni, per la semplificazione amministrativa in Liguria.

L’antefatto è il Disegno di Legge 120, collegato alla Finanziaria, licenziato dalla Giunta il 22 novembre scorso.
“Tolgono soldi ai Comuni che decidono di fondersi per, così dicono, far quadrare il bilancio – spiega Barbieri – ma siamo invece di fronte ad una decisione politica, la Giunta abolendo i contributi previsti dalla legge regionale del 1992 ha messo gli equilibri partitici interni davanti agli interessi dei cittadini liguri e lo ha fatto proprio ora che, in da molte zone della Liguria, si stanno concretizzando progetti di fusione”.

Mentre il Governo, nella Legge di stabilità va oltre il raddoppio dei contributi per incentivare il processo di razionalizzazione, “la Regione Liguria li azzera – sottolinea – Non accetteremo supinamente questa assurda decisione e siamo pronti a chiedere al Governo di impugnare il provvedimento, evidenziando il palese conflitto con il Testo Unico Enti Locali.
La Regione deve capire che la scelta delle Fusioni è sensata ed inevitabile: da attuare prima che venga imposta dall’alto, magari non tenendo conto delle specificità del territorio e senza alcun incentivo statale.
Moltissimi Sindaci liguri sono esplicitamente al nostro fianco e con loro associazioni di categoria, sindacati e moltissimi cittadini. Abbiamo inoltre rivolto ad ANCI Liguria esplicita richiesta di aiuto e sostegno”, conclude Barbieri.