Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Emma Bonino ha vinto il Premio Ipazia all’Eccellenza al Femminile

Più informazioni su

Genova. Emma Bonino ha ricevuto nella sala consiliare della Città metropolitana di Genova il Premio Ipazia, dedicato alla filosofa, matematica e scienziata di Alessandria d’Egitto vittima agli inizi del V secolo d.C. della barbarie dell’integralismo religioso e culturale.

Il Premio, preparato in collaborazione con il Ministero degli Esteri, è promosso dal Festival dell’Eccellenza al Femminile organizzato da Schegge di Mediterraneo con enti e istituzioni, quest’anno all’undicesima edizione, dedicata a indagare il ruolo e la posizione della donna nelle religioni attraverso la storia sino alla contemporaneità e alle riflessioni sul presente, partendo dal titolo “Dio ama le donne?”, intenso rimando al libro di Giuliana Sgrena “Dio odia le donne”.

Il Premio Ipazia all’Eccellenza al Femminile è un riconoscimento nazionale e internazionale per due donne che si sono distinte nel miglioramento culturale, sociale ed economico del proprio Paese e nell’affermazione dei diritti femminili.

Per la sezione nazionale lo ha vinto Emma Bonino per la sua azione ispirata dagli ideali della nonviolenza, per l’impegno costante contro ogni discriminazione e per i diritti, pioniera nella difesa di tutte le libertà, compresa quella di culto. “Un grande onore averla fra noi” ha detto accogliendola a Palazzo Doria Spinola a nome della Città metropolitana la consigliera Laura Repetto.

La vincitrice del Premio Ipazia sezione internazionale è invece l’attrice e registra Fanny Marguerite Judith Ardant, per avere favorito i processi di pace nel mondo e aver saputo declinare nella sua carriera professionale la consapevolezza dei valori in difesa delle donne e dei diritti dei più deboli.