Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Crotone-Sampdoria 1-1, primo tempo in sofferenza… meglio nella ripresa risultati

Pareggio meritato, ottenuto su un campo difficile, sul quale la Samp non ha mai vinto in passato (con oggi tre pareggi e una sconfitta)

Più informazioni su

Crotone.  Allo stadio Ezio Scida, una Sampdoria, in striscia positiva, affronta i rossoblu locali, caricati a mille per le sconfitte delle rivali Empoli e Palermo, registrate negli anticipi.

Senza Claiton, il Crotone è schierato con il 4-3-3:

Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah; Rohden, Barberis, Crisetig; Palladino; Trotta, Falcinelli.
A disposizione: Cojocaru, Festa, Dussenne, Sampirisi, Fazzi, Sulijc, Martella, Capezzi, Salzano, Stoian, Simy, Borello.
Allenatore: Davide Nicola.

Mentre gli uomini blucerchiati, scelti da Marco Giampaolo (disposti col 4-3-1-2) sono:

Puggioni; Pereira, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Alvarez; Muriel, Quagliarella.
A disposizione: Krapikas, Tozzo, Eramo, Krajnc, Praet, Schick, Dodò, Cigarini, Palombo, Djuricic, Fernandes, Budimir.

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli.

Si parte col Crotone costretto a giocare con il “sole negli occhi”, avendo Regini vinto il sorteggio per la scelta del campo, ma già al 1° viene annullato un goal a Falcinelli, messo in fuorigioco da una pronta risalita della difesa doriana.

Al 4° “coast to coast” di Regini, che costringe al giallo, Rosi.

Al 22° a seguito di una palla persa di Alvarez, Palladino serve un assist a Falcinelli, che conclude a lato.

Al 26° punizione di Alvarez… troppo centrale e fra le braccia di Cordaz.

Al 28° tiro strozzato di Trotta, che non impensierisce Puggioni.

Al 33° ci prova Quagliarella, di sinistro… abbondantemente fuori.

Al 34° Samp presa d’infilata da Mesbah, che mette pericolosamente al centro… libera Regini, ben appostato. Dalle parti di Pedro Pereira si soffre.

Al 37° entrata da tergo di Trotta su Quagliarella… punita da Maresca col giallo.

Al 38° Puggioni esce sui piedi di Rodhen… ma la pressione di Palladino su Pereira era per fortuna fallosa.

Al 39° Ceccherini, in tackle scivolato, salva su Muriel, servito ottimamente da Alvarez.

Al 43°, a seguito di una punizione da centro campo, scodellata in area, Palladino – al volo – costringe ad una impegnativa parata Puggioni, ma sul “tap in”, Falcinelli insacca.

Si rientra negli spogliatoi… difficilmente il the, servito da mister Giampaolo ai suoi giocatori, sarà zuccherato.

La Samp rientra in campo, con un cambio disposto dal tecnico doriano… Praet per Linetty, autore di un primo tempo inconcludente… ma, forse, Alvarez non aveva fatto meglio di lui…

Al 49° Palladino continua a imperversare sulla fascia del Crotone, ma Trotta spara alle stelle. Ottima la prestazione dell’ex genoano.

Al 52° anche Giampaolo concorda con la nostra annotazione… entra Bruno Fernandes per Alvarez.

All’ 53° doppia parata di Cordaz, prima su Quagliarella e poi su Muriel… le migliori occasioni, finora, del match, per la Samp.

Continuano gli errori, gratuiti ed elementari, dei giocatori del Doria, sintomatici di una scarsa concentrazione.

Al 61° Muriel nasconde il pallone a Ferrari e scarica un missile in porta, che si stampa sulla traversa… forse è la svolta della partita.

Al 65° Ferrari salva in spaccata, su un tiro di Muriel.

Al 67° infortunio muscolare a Mesbah (buona prestazione)… sostituito dall’ex “Primavera” blucerchiato Martella.

Al 71° la Samp pareggia con Bruno Fernandes, che appoggia in porta un tiro-cross di Quagliarella, servito da un lungo traversone di Pedro Pereira.

Al 76° Muriel crea il panico in area calabrese, ma il tiro di Barreto, da lui servito, è deviato in corner… Sull’angolo, ancora Muriel (scatenato) sfiora il goal di testa.

A 78° buona diagonale e salvataggio di Regini, su Falcinelli, mentre entra Stoian per Palladino (gran partita, la sua).

All’88° entrano Capezzi (di proprietà Sampdoria) per Crisetig e Schick per Muriel.

All’ 89° grande spunto di Schick, che mette in mezzo una palla pericolosa, chiusa in angolo dalla difesa calabrese. Sul calcio d’angolo, ancora il “ceco” colpisce di testa, ma a lato… (positivo il suo ingresso in campo, nei pochi minuti concessi da Giampaolo).

Al 93° salvataggio di Cordaz, che alza sopra la traversa una forte conclusione di Quagliarella.

Al 94° ancora Schick ruba palla e parte in contropiede, costringendo Ferrari al fallo e all’ammonizione.

Finisce 1-1, un pareggio meritato, ottenuto su un campo difficile, sul quale la Samp non ha mai vinto in passato (con oggi tre pareggi e una sconfitta).

Nota di merito per Muriel, Barreto, Torreira, Silvestre (anche se con qualche responsabilità sul goal subito, ma quanti palloni respinti di testa!) e Schick, che ha fatto vedere di essere meritevole di maggior attenzione.