Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Costa Crociere, nel 2017 37 scali in Germania

Più informazioni su

Genova. Nel 2017 gli scali di Costa Crociere in Germania aumenteranno del 30%. Grazie alla novità di Bremerhaven, che si aggiunge ad Amburgo, Kiel e Warnemunde, porti già toccati dalle navi Costa, nel 2017 la compagnia crocieristica italiana effettuerà 37 scali in Germania. L’annuncio è stato dato oggi nel corso di una conferenza stampa organizzata in collaborazione con l’Ente nazionale germanico per il turismo.

La Germania, ha spiegato il direttore dell’Ente Ulrich Ruter, è al quarto posto per i pernottamenti tra gli stati dell’Europa a 28 dopo Spagna, Francia e Italia. Dei 379 milioni di
pernottamenti nelle strutture ricettive registrati nel 2015, solo il 21% riguarda stranieri in visita turistica. C’è quindi un grande potenziale di crescita e la Germania, oltre al binomio vincente città e cultura, punta quest’anno sul fascino delle vacanze naturalistiche che si aggiungono al binomio vincente città e cultura. Dall’Italia l’aumento registrato nel 2015 è stato pari al 3,5% (+36,4% dal 2005).

“Nel 2016 abbiamo portato nelle città tedesche circa 100.000 ospiti, provenienti in maggioranza da Italia, Spagna e Francia” ha dichiarato Mario Zanetti, Svp Revenue Management di Costa Crociere. Amburgo, Kiel, Warnemuende e Bremerhaven, ha spiegato, rappresentano fondamentali porti di imbarco per il mercato delle crociere tedesco, che secondo gli ultimi dati diffusi da Clia
Europe è il più grande in Europa (27,5% di share), con 1,81 milioni di passeggeri.

Gli itinerari che raggiungeranno queste quattro città tedesche la prossima estate sono in tutto sei, con tre diverse navi, e permetteranno di visitare le destinazioni più affascinanti del Nord Europa. Nell’aeroporto di Warnemuende-Rostock sarà inoltre riproposto un servizio innovativo per il rientro a casa: alla vigilia dello sbarco, i crocieristi potranno consegnare i bagagli e ottenere le carte d’imbarco per il volo di ritorno già a bordo della nave.