Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cornigliano, l’ufficio anagrafe chiude tra le polemiche

Abitanti costretti ad andare a Sestri. Spatola: "Dal Comune nessuna risposta"

Cornigliano. Alla fine sembra proprio che la vecchietta di Coronata alta sarà obbligata ad andare a Sestri Ponente per rinnovare la carta d’identità. L’ufficio anagrafe di viale Narisano chiude ancora una volta e forse per sempre.

Già domani gli abitanti di Cornigliano troveranno affisso un cartello di avviso e dalla prossima settimana nessun servizio verrà più erogato a causa della carenza di personale. Lo scorso settembre gli uffici erano stati “salvati” trasferendo temporaneamente personale dalle altre sedi e aprendo solamente due giorni a settimana. Una soluzione tampone, si era detto, e così purtroppo è stato.

“Abbiamo approvato all’unanimità anche un’interpellanza al Sindaco – spiega il presidente del Municipio VI Medio Ponente Giuseppe Spatola – e naturalmente scritto anche agli assessorati competenti per avere personale a disposizione: non è arrivata alcuna risposta. A questo punto non c’è più scelta: anagrafe chiusa e abitanti di Cornigliano che giustamente vivranno questa decisione come un nuovo segnale di mancanza di attenzione da parte delle istituzioni”.

Ma è solo la punta dell’iceberg. “Negli ultimi 5 anni il personale del municipio è calato del 20%. L’area tecnica, con quattro operai e due geometri, dovrebbe occuparsi della sicurezza e della manutenzione di tutte le scuole del nostro territorio”.

Capitolo chiuso? No, ma la risposta potrebbe arrivare ancora una volta da una soluzione tampone: provvisioria per definizione. “Stiamo valutando – conclude Spatola – di chiudere un giorno a settimana l’anagrafe di Sestri, che già ora fatica, per poter aprire a Cornigliano: non vogliamo lasciare soli gli abitanti”. Intanto, almeno per il momento, tutti a Sestri.