Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cadavere di donna sul traghetto: forse turista turista tedesca scomparsa

Più informazioni su

Gli investigatori sono sempre più orientati a ritenere che il cadavere trovato a Porto Torres, nella sala macchine del traghetto Shardan della Tirrenia, attraccato al porto, sia quello di Imelda Bechstein, la turista tedesca di 74 anni che lo scorso 30 ottobre si era imbarcata dalla Sardegna alla volta di Genova per fare poi rientro a Monaco, dove vive. Nei prossimi giorni sarà il marito a procedere al riconoscimento ufficiale.

Carabinieri e capitaneria di Porto Torres, che svolgono le indagini coordinate dal sostituto procuratore del tribunale di Sassari Corinna Carrara, hanno acquisito il passaporto della donna scomparsa. La foto del documento confermerebbe quello che tutti hanno sospettato da subito ma che nessuno ha finora confermato ufficialmente. Sulle cause della morte, invece, è ancora mistero.

Adesso resta da capire come mai la donna si trovasse in quel punto della nave, interdetto ai passeggeri e difficilmente accessibile. Solo per pura coincidenza al porto si svolgeva un’esercitazione per la ricerca di clandestini e questo ha permesso il ritrovamento del cadavere. Il ritrovamento è avvenuto l’altro ieri poco dopo le 18, quindici giorni dopo la strana sparizione di Imelda Bechstein.

All’allarme lanciato dal marito risposero le autorità italiane e quelle francesi, dato che al momento della sua sparizione il traghetto era già in acque internazionali e la prima supposizione fu che la donna fosse finita in mare. Almeno sino a quando non arriverò dalla Germania il marito della donna scomparsa, atteso a Sassari nei prossimi giorni, per gli investigatori resta solo l’ipotesi più accreditata, ma niente di più.

Per sapere le cause del decesso, invece, bisognerà attendere l’autopsia che la Procura di Sassari disporrà entro domani e che sarà eseguita nei prossimi giorni.