Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Da Ansaldo Energia e Rina un ventilatore neonatale per il Gaslini foto

Più informazioni su

Genova. Si è svolta questa mattina alla presenza del Cardinale Angelo Bagnasco la cerimonia di consegna della donazione di un ventilatore neonatale Babylog, donato da Ansaldo Energia e Rina a sostegno dell’attività clinica e diagnostica dell’UOSD Centro di Rianimazione Neonatale e Pediatrica dell’Istituto Gaslini.

La cerimonia, alla quale hanno preso parte il Presidente e AD del RINA Ugo Salerno e il direttore delle Risorse Umane e Organizzazione di Ansaldo Energia Andrea Del Chicca, è iniziata in Aula Magna con i ringraziamenti del presidente dell’Ospedale Pietro Pongiglione, per proseguire poi presso l’UOSD Centro di Rianimazione Neonatale e Pediatrica con l’illustrazione delle funzionalità e finalità dello strumento donato da parte di Pietro Tuo direttore del Dipartimento Alta Intensità di Cure e Percorso Nascita e Andrea Moscatelli direttore UOSD Centro di Rianimazione Neonatale e Pediatrica.

“Da alcuni anni con Ansaldo Energia, abbiamo avviato una tradizione: aiutare alcune associazioni e istituzioni meritevoli. Prima l’ABEO e poi l’Ospedale Gaslini. Questa partnerhip mostra come ci siano aziende genovesi che dimostrano di sapersi unire non solo per lavorare insieme con successo, ma anche per compiere altre azioni importanti. Come RINA crediamo nella necessità di sostenere l’Ospedale Gaslini che deve rappresentare un centro di eccellenza per curare i bambini provenienti da tutta Europa” spiega Ugo Salerno, Presidente e AD del RINA.

“Siamo particolarmente lieti che da alcuni anni due realtà quali il Rina e Ansaldo Energia abbiano deciso di unire le forze per realizzare qualcosa di importante che rimanga sul territorio a beneficio della nostra comunità. In particolar modo è stato un piacere per noi collaborare all’acquisto di questo importante macchinario che doniamo oggi al Gaslini: un investimento che guarda al futuro e cerca di dare una speranza in più alle generazioni che verranno” ha sottolineato Andrea Del Chicca, direttore delle Risorse Umane e Organizzazione di Ansaldo Energia.

“Vorrei ringraziare davvero di cuore a nome dell’Istituto Gaslini le due grandi aziende che quest’anno hanno voluto sostenere l’attività clinica e diagnostica di uno dei reparti nevralgici dell’ospedale. Ansaldo Energia e Rina, che oggi testimoniano la loro vicinanza al Gaslini con la gradita presenza dei loro rispettivi AD, non solo hanno scelto di aiutare concretamente l’Istituto a fare la differenza nella cura dei bambini, ma sono un esempio tangibile della vicinanza della città al suo ospedale pediatrico” ha espresso Pietro Pongiglione Presidente dell’Istituto Giannina Gaslini.

“C’è un gran bisogno oggi di mettersi insieme per traguardare obiettivi comuni. Auspico che il vostro gesto – di cui oggi beneficiano i nostri bambini e che ho sentito continuerà e si allargherà – diventi un esempio per le istituzioni. Nelle nostre parrocchie constatiamo una grandissima crisi nel mondo del lavoro, la disoccupazione e il disagio crescono, auspichiamo che il vostro esempio sia ampliato e pubblicizzato e che i mezzi di comunicazione aiutino a diffonderlo. Una voce unita e non divisa è sempre più forte a tutti i livelli” ha concluso infine il Cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Fondazione Gerolamo Gaslini.

Al termine della cerimonia, Sua Eminenza il Cardinale Angelo Bagnasco e i vertici di Ansaldo Energia e Rina sono stati accompagnati dal presidente dell’Istituto Gaslini Pietro Pongiglione e dal direttore generale Paolo Petralia a visitare il reparto di Rianimazione Neonatale e Pediatrica, per assistere alla benedizione dello strumento donato, da parte del parroco dell’Istituto Padre Aldo Campone.