Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Al Molassana il primo derby dell’anno. Ligorna tre punti e terzo posto risultati

Splendida partita fra le pantere e l'Amicizia Lagaccio che va avanti 0-2, ma si fa rimontare. Decisiva Tortarolo-show. Alle biancoblù basta un gol per rimanere imbattute a -2 dalla vetta

Quarta giornata di campionato in Serie B femminile, con il match clou rappresentato dal primo derby di stagione, quello fra Molassana Boero e Amicizia Lagaccio.

Partiamo, però dal Ligorna che senza troppo rumore è una delle migliori squadre del girone, sebbene tutte le genovesi stiano andando a vele spiegate. Le biancoblù sono terze a pari merito con l’Alessandria e sono con le grigie e la capolista Empoli, ancora imbattute. Contro il Torino basta la rete di Giorgia Calcagno per vincere e rimanere a -2 dalla vetta e soprattutto per prendere coscienza di poter avere un ruolo di primo piano nel prosieguo del campionato.

Venendo al derby invece, va detto che probabilmente il pareggio non avrebbe tolto nulla a chi ha vinto né regalato qualcosa a chi è uscito sconfitto dalla prim stracittadina. Il calcio, però è così e chi sbaglia meno e ha più voglia di vincere spesso la spunta.

Il Lagaccio arriva al Boero da capolista, e cerca di far pesare da subito il fattore classifica andando subito a rete grazie a Licco che si inserisce eludendo la marcatura, troppo blanda, della difesa rossoazzurra e insacca. Le pantere di Molassana reagiscono subito e impongono il proprio ritmo rendendosi pericolose con azioni, che però si rivelano sterili.

Le lagaccine invece, tengono bene, recuperano palla e provano a pungere in contropiede. Maggior lucidità è quello che mettono in mostra le verdiblù nel primo tempo e che consente loro di siglare il raddoppio al 33° grazie a Pesce che, in un confronto molto “acquatico”, anticipa Delfino e insacca.

Le pantere non ci stanno e riprendono a macinare gioco, il Lagaccio cerca di rimettere in pratica la tattica precedente, ma il Molassana, che si è scottato in precedenza, ha imparato la lezione e chiude bene gli spazi.

Fondamentale, al 43° la rete quindi di Zoppi che arriva con veemenza e cattiveria agonistica su un pallone perso malamente da Stevanin. La ripresa quindi vede le locali che entrano con un altro piglio, mentre le ragazze verdiblù mostrano segnali di nervosismo e perdono quella lucidità che aveva permesso loro di amministrare il risultato per quasi un tempo.

Così al 54° si riapre la partita  grazie a un gran gol di De Blasio che anticipa tutte e gira in rete di testa un cross di Belloni dalla fascia. L’Amicizia subisce il contraccolpo psicologico e perde fiducia, che invece confluisce tutta nelle pantere che ora ci credono e dominano il rettangolo verde. Quando trova lo spazio giusto sa pungere come quando Pesce coglie il palo esterno.

Al 72° le allenatrici Berlingheri e Librandi giocano la carta decisiva con l’entrata in campo di Tortarolo. L’attaccante, al rientro dopo un lungo infortunio, forse non immagina quanto influirà sulla partita. All’85° riceve palla in area, elude l’intervento della diretta marcatrice e piazza la sfera a fil di palo, dove Stevanin non può arrivare. Passano quattro minuti e chiude la partita dopo un triangolo con Fernandez che le restituisce palla alta. Controllo di petto e tiro al volo imparabile.

Un gol che lascia di stucco anche le avversarie, le cui tifose e tifosi applaudono sportivamente. Finisce quindi 4-2 con due squadre che sanno divertire e potranno, se continueranno così dire la loro per un posto nei quartieri alti. Termina 4-2 dopo una partita in cui nessuna giocatrice si è risparmiata.

Nel prossimo turno l’Amicizia Lagaccio attende il Musiello Saluzzo, squadra non irresistibile e che dovrebbe essere più che battibile dalle verdiblù. Trasferta sarda per il Ligorna che è attesa ad Oristano. Altro match abbordabile per il Molassana, atteso dal Torino.