Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Villa Bombrini torna il Genova Beer Festival foto

Cornigliano: tra birra, street food e tanto altro

Torna il Genova Beer Festival, organizzato dall’Associazione Culturale Papille Clandestine, e l’edizione 2016, la seconda, promette di essere ancora più ricca.
Dopo il grande successo dello scorso anno, l’appuntamento è da venerdì 21 a domenica 23 ottobre, sempre a Villa Bombrini a Cornigliano (via Muratori 5).

Ad attirare i visitatori saranno 100 birre alla spina, 15 tra i migliori birrifici, 8 street food e cucine d’autore. Tra le novità la presenza del birrificio premiato come Birraio dell’Anno, l’anteprima nazionale di un microbirrificio di Malta, un incontro tra homebrewers, appassionati che si fanno la birra in casa, e la possibilità di fare visite guidate alla bellissima villa settecentesca che ospita la manifestazione.

Quindici i birrifici artigianali presenti e cinque le novità: Brewfist (Codogno, LO), Hammer (Villa D’Adda, BG), Birrificio Lariano (Sirone, LC), Birrificio Rurale (Desio, MB), Scarampola (MIllesimo, SV). Alle quali si aggiunge il Birrificio Lord Chambray di Malta, che porterà per la prima volta in Italia le sue birre alla spina.
I birrifici che tornano a Genova dopo un anno sono: Fabbrica della Birra Busalla (GE), Canediguerra (Alessandria), Birrificio Civale (Spinetta Marengo, AL), Croce di Malto (Trecate, NO), Birrificio del Forte (Pietrasanta, LU), Kamun (Predosa, AL), Nadir (Sanremo, IM), Lambrate (Milano) e Maltus Faber (Genova).

Sono otto – tra street food e cucine d’autore – gli stand gastronomici presenti. Conferme per il ristorante Il Genovese con le trofie al pesto; il Kowalski, con la cucina dell’Est europeo; Masetto, l’hamburger più amato del centro storico; le bruschette gourmet dei Troeggi. In aggiunta: Zena Zuena con pizze e focaccia col formaggio; Porcapancetta, con panini farciti con pancetta cotta a bassa temperatura; il Molly Malone’s Pub con acciughe fritte e panisse; il ristorante Voltalacarta con due proposte di pesce e la sacher in versione ligure.

“L’anno scorso nei tre giorni hanno partecipato 3500 persone – spiegano gli organizzatori – Abbiamo scoperto birre nuove e le storie dei birrifici, una delle eccellenze artigianali italiane di oggi. Abbiamo discusso di stili birrari, e di temi delicati come gli effetti dell’alcol sul corpo umano, e lo faremo anche quest’anno. Molti hanno anche scoperto un luogo meraviglioso di Genova, un po’ fuori da giri più noti. Hanno partecipato oltre cento operatori del settore e – dato per noi importante, visto che fare cultura sulle specialità enogastronomiche è tra gli scopi principali dell’Associazione Papille Clandestine – nei mesi successivi abbiamo visto diverse birre presentate al Festival nelle spine dei locali genovesi. Per il 2016 abbiamo puntato ancora più in alto, aumentando sia le birre che gli stand di street food”.

Ma oltre al divertimento ci sarà anche occasione di fare del bene. Grazie alla collaborazione con CCS Italia Onlus sarà infatti possibile dare una mano ai cittadini colpiti dal terremoto in centro Italia. In particolare ai più piccoli. Una postazione presente alla manifestazione raccoglierà fondi per garantire 23.000 pasti ai bambini della scuola di Acquasanta Terme (AP). Fornire un servizio mensa gratuito per tutto l’anno scolastico 2016/2017: questo l’obiettivo del progetto di CCS.