Quantcast
Il bilancio

Termina l’allerta rossa, la Liguria respira: ferrovia interrotta fino a domani fotogallery

Si contano i danni, solo 12 feriti lievi. Allerta gialla fino a mezzanotte, arancione a Levante

Liguria. L’allerta meteo rossa lascia il posto a quella gialla, mentre rimane arancione solo sul Levante ligure fino al confine con la Toscana. Dalla mezzanotte la Liguria potrà tirare un respiro di sollievo. Il maltempo lascia dietro di sé una scia di danni, provocati dalla tromba d’aria che ha colpito il tratto che va da Nervi fino a Sestri Levante e poi nell’interno, con Davagna, Bargagli e tante altre zone perfino senza elettricità.

La conta è appena iniziata, ma sicuramente l’ammontare dei danni è ingente. Intanto l’energia dovrebbe tornare proprio in queste ore nei Comuni del Levante colpiti. “Fortunatamente – ha spiegato l’assessore regionale Giacomo Giampedrone – la situazione è stata contenuta. La linea ferroviara rimarrà interrotta fino a domani e abbiamo 12 feriti, tutti lievi. Sono numerose le criticità con case e aziende dai tetti scoperchiati. Non ci sono sfollati: non abbiamo situazioni di inagibilità, ma nelle prossime ore faremo tutti i rilievi del caso per escludere la pericolosità delle strutture”.

“Le previsioni – ha aggiunto il presidente della Regione Giovanni Toti – si sono dimostrate all’altezza. Non avevamo dubbi: Arpal ha fatto fino in fondo il suo dovere e anche la macchina della protezione civile. Abbiamo evitato che le persone fossero in giro nei minuti più complicati. Ora stiamo tornando lentamente alla normalità, devo fare i complimenti a tutti”.

leggi anche
  • Le immagini
    Ingentissimi danni ad Avegno, tegole e lamiere ovunque: stradicata la pensilina del bus
  • Tromba d'aria
    Recco, vento scoperchia casa: pensionato ferito
  • Simbolo
    Tromba d’aria a Portofino: crolla lo storico pino del Castello Brown
  • Multe, allerta e "bufale"
    Allerta Rossa, il giallo di Galleria Mameli, tante auto posteggiate è una sola multa
  • Allerta rossa
    Tromba d’aria, danni a Bogliasco: colpito anche il Mugnaini