Marzo scorso

Sestri Ponente, 18 anni di carcere per l’omicidio di Rosa Landi

Il marito Ciro Vitiello le sparò contro 5 colpi di pistola

Sestri Ponente. Ciro Vitiello, l’uomo che lo scorso marzo uccise la moglie nel loro appartamento di via Toscanelli, è stato condannato a 18 anni di carcere. La sentenza del processo con rito abbreviato è arrivata oggi.

La vittima, Rosa Landi, venne raggiunta da 5 proiettili. A fare perdere la testa al marito la volontà della moglie di volerlo lasciare. Erano le 22 quando fra i due divampò una violenta lite, poi l’uomo prese la pistola e la rivolse verso la moglie.

Rosa aveva deciso di non accettare più le scappatelle del marito, aveva cominciato ad uscire da sola con le amiche e a costruirsi una vita autonoma.

leggi anche
Omicidio a Sestri ponente: uccide la moglie con 5 colpi di pistola perché vuole lasciarlo
Cronaca
Omicidio Sestri ponente, Rosa Landi non accettava le scappatelle del marito e voleva lasciarlo
Omicidio a Sestri ponente: uccide la moglie con 5 colpi di pistola perché vuole lasciarlo
Scena muta
Uccide la moglie a Sestri Ponente, Ciro Vitiello non risponde al giudice
albenga polizia droga controlli
Omicidio per gelosia
Sestri ponente, uccide la moglie con quattro colpi di pistola
Omicidio a Sestri ponente: uccide la moglie con 5 colpi di pistola perché vuole lasciarlo
La sentenza
Sestri ponente, uccise la moglie con cinque colpi di pistola alla schiena: confermata la condanna a 18 anni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.