Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie A1, quarto tempo fatale: il Rapallo si arrende al Messina risultati

Passo avanti delle gialloblù, ma non basta per raccogliere punti

Rapallo. Prima sconfitta casalinga per il Rapallo, che oggi pomeriggio ha ospitato al “Poggiolino” il Messina allenato da Maurizio Mirarchi. Finisce 10-14, con le gialloblù che danno prova di carattere e cedono solo nel quarto tempo, dove alcuni errori difensivi risultano determinanti e consegnano la vittoria alla squadra siciliana.

Primo tempo, Rapallo che parte con il piglio giusto e si porta sul 2-0 con Avegno in superiorità e la statunitense Alvarez, beduina al centro e palla alle spalle di Ventriglia. Accorcia Chiappini per il Messina, ci pensa però Arianna Gragnolati a riportare a +2 le locali: 3-1. Guizzo della squadra ospite, che prima con Rosaria Aiello e poi con Kuzina (entrambe in superiorità) si porta in parità. Il primo vantaggio del Messina arriva con il capitano Silvia Bosurgi (sua la rete del 3-4); pareggia il capitano Sonia Criscuolo. La seconda rete di Chiappini chiude il primo tempo sul 4-5.

Secondo tempo. Errore difensivo gialloblù che concedono spazio a Rosaria Aiello per la conclusione a rete: 4-6. Rapallo subito pronto sul versante opposto e bravo a sfruttare l’uomo in più con Jakie Kohli: 5-6. Ancora capovolgimenti di fronte, arrivano dapprima la rete messinese di Radicchi (palombella e gol) poi quella ligure di Silvia Avegno in superiorità. Pareggio del Rapallo a 6’00”: lo segna Sonia Criscuolo con il suo marchio di fabbrica, la palombella dalla distanza, spiazzando la difesa del Messina e agguantando il 7-7. Risultato che resta invariato fino a fine tempo.

Cambio campo e sale in cattedra Alek Cotti: colomba dell’argento olimpico del Rapallo e padrone di casa in vantaggio. Nell’azione successiva, complice una distrazione difensiva, il risultato torna in parità per un gol di Chiappini; è ancora la numero 4 del Messina ad andare a segno poco dopo per l’8-9. Nuovi capovolgimenti di fronte, segnano Zanetta (9-9), Gitto (9-10), poi Claudia Criscuolo che si inventa un gran gol dalla distanza (10-10). Sul finale la scatenata Chiappini trasforma un rigore e si va all’ultimo tempo con le siciliane in vantaggio 10-11.

Quarto tempo, calo di concentrazione della difesa rapallese e il Messina incrementa il vantaggio con Chiappini e Kuzina. Episodio decisivo a 3’26”: fuori Sonia Criscuolo (espulsione definitiva), Emanuela Mori e Svetlana Kuzina (rosso per condotta scorretta). Partita che si fa tesa e il clima in vasca (e a bordovasca) si surriscalda. Ad approfittare della situazione è il Messina, che archivia il match con il settimo gol di Chiappini. Finisce 10-14.

“Sicuramente, rispetto alla partita con l’Orizzonte, c’è stato un passo avanti – commenta a fine match il tecnico Luca Antonucci –. Le ragazze hanno interpretato la partita così come ho chiesto in settimana, cioè con intensità, e così hanno fatto. Purtroppo c’è mancata la continuità, il quarto tempo non è stato senz’altro all’altezza delle nostre possibilità. Dobbiamo ancora lavorare per acquisire esperienza e amalgama necessari, a partire dal match con la Roma”.

Il tabellino:
Rapallo Pallanuoto – WP Messina 10-14
(Parziali: 4-5, 3-2, 3-4, 0-3)
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta 1, Gragnolati 1, Avegno 2, Alvarez 1, Repetto, Kholi 1, S. Criscuolo 2, Mori, C. Criscuolo 1, Cotti 1, Tedesco, Bacigalupo. All. Antonucci.
WP Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 7, Morvillo, Radicchi 1, Kuzina 2, Lopes Da Silva, Aiello 2, Bosurgi 1, Laganà. All. Mirarchi.
Arbitri: Colombo e Ruscica.
Note. Uscite per limite falli S. Criscuolo nel quarto tempo. Espulse per condotta scorretta Mori e Kuzina nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo 3 su 10, Messina 5 su 10 più 1 rigore realizzato.