Quantcast
Armati

Sampierdarena, tentano il colpo al Simply poi assaltano panificio e pub: arrestati rapinatori seriali

Genova. Sono finiti in manette i due malviventi che ieri poco prima delle 20 hanno rapinato il supermercato Simply in via Dattilo a Sampierdarena. Si tratta di due giovani: D.R.V, 26enne di Bari residente a Genova e G.M, 23 enne genovese.

Erano le 19.50 circa di ieri, quando il 26enne a volto scoperto, armato di coltello da macellaio con il complice con volto coperto dal cappuccio della felpa, sono entrati nel supermercato e hanno minacciato alla presenza di diversi clienti, il direttore del negozio, che in quel frangente si trovava alla cassa, intimandogli di consegnare l’incasso.
Quest’ultimo, si è però opposto riuscendo a far desistere i due malfattori che si allontanavano velocemente anche a causa delle urla dei clienti.

Poco dopo i due rapinatori sono entrati nel panificio “Boutique del pane”, in via Palazzo della Fortezza n.63R, minacciando con il coltello la commessa, facendosi consegnare trecento euro in banconote di vario taglio, dileguandosi per le vie limitrofe.
Le immediate ricerche diramate dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Genova, a tutte le pattuglie, con la descrizione dei rapinatori, hanno consentito ai carabinieri di individuare i due complici in via Urbano Rela. Nel frattempo si erano resi responsabili di una terza rapina ai danni del pub “Big Ben” di via Nicolo’ Daste, dove avevano rubato il cassetto metallico della cassa ed il contenitore delle mance contenenti circa settanta euro in monete e banconote, dileguandosi subito dopo.

Inseguiti a piedi dai militari del Nucleo Radiomobile, sono stati bloccati senza che opponessero resistenza. Indosso ai rapinatori e nei dintorni delle vie di interesse i militari hanno rinvenuto un sacchetto di plastica bianca contenente il denaro rubato al panificio, il cassetto metallico con scontrini del pub e il contenitore delle mance forato, con diversi spiccioli all’interno, oltre alle due felpe indossate dai due fermati, riconosciuti dalle numerose vittime quali autori delle rapine. Il denaro e’ stato riconsegnato agli aventi diritto mentre il cassetto metallico e contenitore mance sottoposti a sequestro e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria – il pm Puppo –per eventuali accertamenti tecnici .
Continuano le ricerche in zona del coltello così come è in corso l’acquisizione di filmati dalle telecamere presenti nei dintorni. Gli arrestati – in attesa di convalida -si trovano ora presso il carcere di Genova Marassi .

leggi anche
  • Arrestato
    Rivarolo, evade dai domiciliari e tenta rapina in tabaccheria