Rugby, Amatori Genova: una sconfitta che lascia l'amaro in bocca - Genova 24
Serie c1

Rugby, Amatori Genova: una sconfitta che lascia l’amaro in boccarisultati

I blaugrana non riescono a concretizzare e cedono per un solo punto di scarto

Amatori Genova

Genova. Una brutta sconfitta al termine di una brutta partita che lascia l’amaro in bocca a tutti: giocatori, dirigenti e pubblico accorso in buon numero a sostenere la squadra al suo esordio stagionale. Un incontro nel quale il punteggio è stato definito da episodi che potevano determinare la vittoria di una o dell’altra squadra al di là dei suoi meriti: ha vinto Rivoli senza rubare nulla ma lo stesso si sarebbe potuto dire a ruoli invertiti.

La contemporanea assenza del mediano di apertura e dei due centri titolari ha sicuramente influito nel gioco d’attacco considerato che la scorsa stagione questi tre ruoli sono stati costantemente ricoperti dagli stessi giocatori. Questo non significa che i sostituti non siano stati all’altezza, ma domenica sono mancati quegli automatismi che nel tempo si sono creati in quel reparto cruciale della squadra.

L’assenza di Tazio, sempre preciso al piede, ha inoltre condizionato le scelte di gioco in finale convulso nel quale una semplice trasformazione avrebbe voluto dire vittoria. Molto bene il reparto degli avanti che si è trovato a fronteggiare in mischia un avversario ben più pesante ma tecnicamente meno valido mentre nelle touche sono state sbagliate quelle cruciali che avrebbero potuto indirizzare l’andamento dell’incontro.

Il primo tempo della partita è stato contrassegnato da due mete nate da due episodi sporadici. Al 3° si portavano in vantaggio gli ospiti grazie ad un intercetto a seguito di una touche rubata dei genovesi; molto dubbia la posizione deltre quarti piemontese. Al 40° pareggiava Canale ma l’ultimo passaggio prima della fuga finale era in odore di avanti. Nel mezzo più di mezz’ora di gioco confuso e che spesso stagnava al centro del campo: il Rivoli cercavo di forzare il gioco grazie alla prestanza fisica ed alla velocità dei trequarti ma spendeva inutilmente energie. Gli Amatori contenevano con un po’ di affanno e tentavano qualche sortita con i velocissimi Sacchini e Rattazzi senza fortuna.

Nel secondo tempo gli Amatori non sono stati in grado di sfruttare la loro migliore freschezza atletica sviluppando il gioco al largo ed hanno subito spesso le incursioni centrali degli avanti avversari che su azione seguente al calcio di inizio attenevano un calcio di punizione trasformato per il secondo vantaggio (5-8). La pronta reazione dei padroni di casa culminava in una perfetta rolling maul finalizzata da capitan Palomba: anche questa volta la trasformazione era seppur di poco fallita e l’errore si sarebbe rivelato fatale.

Gli Amatori hanno poi mantenuto l’iniziativa ma l’azione non è mai stata fluida e la palla arrivava al largo troppo lenta e permetteva il recupero agli avversari. Al 15° entra Mastrangelo per un Borneto provato, al 19° il Rivoli sbaglia la trasformazione di un calcio di punizione da posizione centrale e subito dopo Paul fa entrare Di Nardo per Gargiullo e Tchouta per Canale. Poi è la volta al 29° di Massone per Viancini e di Piano per Caruso. Ma al 33° i piemontesi trasformano un calcio di punizione sempre da posizione centrale e si portano in vantaggio per 11 a 10. C’è tutto il tempo per rimontare anche perché i ragazzi in maglia blaugrana dimostrano di averne di più, ma non hanno la lucidità per gestire al meglio alcune fasi di gioco e la partita finisce con il rammarico per aver sprecato una favorevole occasione.

La squadra genovese è in fase di evoluzione e alcuni ruoli devono ancora essere definiti. I nuovi si sono inseriti molto bene e prezioso è stato l’apporto dei ragazzi dell’Under 18 che, chiamati a sostituire atleti ben più esperti, hanno dimostrato un’insospettata maturità sia in campo che in panchina.

La prossima gara vedrà gli Amatori ospiti dell’Imperia, un avversario sempre ostico che domenica ha ceduto di misura sul campo del temibile Pavia. Occorrerà che i genovesi, ritrovata la giusta serenità, disputino una partita all’altezza delle loro capacità.

La formazione degli Amatori Genova, guidata da Paul Marshallsay: 15 Falchi A., 14 Rattazzi F., 13 Sacchini F., 12 Giovenco M., 11 Gargiulo M., 10 Marshallsay D., 9 Giallorenzo L., 8 Palomba N., 7 Canale M., 6 Gargiullo D., 4 Caruso S., 5 Viancini S., 3 Mazzarello A., 2 Panetta A., 1 Borneto D.; 16 Massone A., 18 Tchouta Y., 19 Di Nardo R., 20 Piano E., 21 Semino E., 22 Abbruzzese M., 23 Mastrangelo F.