Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regione, novità per edilizia e urbanistica. Toti: “Più grande rivoluzione mai avvenuta”

Liguria. E’ stato approvato dalla Commissione Territorio Ambiente della Regione Liguria il disegno di legge in materia di urbanistica, edilizia e attività produttive in attuazione della legge regionale sulla crescita. “Il testo – spiega il presidente Andrea Costa – introduce una serie di semplificazioni alla normativa vigente in materia di edilizia, urbanistica e del paesaggio che migliorano le condizioni di operatività dei Comuni, che hanno competenza in questi settori, riducendo i tempi e le inutili lungaggini”.

Il provvedimento prevede la possibilità per i Comuni, il cui Piano regolatore o Piano di fabbricazione preveda l’obbligo di preventiva formazione di strumenti urbanistici attuativi, di scegliere in alternativa la formula del “rilascio del permesso di costruire convenzionato”, mantenendo quindi la possibilità di convenzionare l’esecuzione di opere di urbanizzazione di interesse del Comune, ma con un procedimento amministrativo più semplice.

E’ prevista inoltre un’azione generalizzata di semplificazione del procedimento di approvazione del nuovo Piano urbanistico comunale ed un ampliamento delle competenze dei Comuni nella gestione del Puc stesso, mediante la riduzione delle competenze regionali. Per i Comuni dotati di Piano regolatore generale o di Programma di fabbricazione è introdotta anche la possibilità di proporre Accordi di Programma per interventi di riqualificazione urbana con valenza di interesse pubblico. Sono attribuite ai Comuni le competenze sulla determinazione delle sanzioni per opere abusive per le quali non sarà più necessaria la stima da parte dell’Agenzia delle Entrate, Sezione Territorio, come d’altra parte previsto dalla normativa statale.

“E’ stata approvata oggi in Commissione – ha commentato il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – la più grande rivoluzione urbanistica mai avvenuta in Liguria che migliorerà l’operatività non solo dei Comuni, aumentandone l’autonomia, ma anche dei cittadini e delle imprese, con un dimagrimento delle procedure per dare nuova linfa al comparto edilizio”.

“Con questo disegno di legge – ha affermato l’assessore all’Urbanistica Marco Scajola – manteniamo un’altra promessa fatta nei primi mesi del nostro mandato, con l’approvazione del Growth Act. Il rilancio delle materie urbanistiche era atteso da anni dal territorio e rappresenta una vera rivoluzione nell’edilizia, settore che, dopo anni di crisi, riceverà un nuovo impulso. In sostanza, questo testo modifica cinque leggi regionali esistenti rendendole più snelle, facilmente applicabili, riducendo i costi per cittadini e imprese e ottimizzando i tempi”.