Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Quinto, segnali di crescita: l’Acquachiara resta nel mirino fino a metà quarto tempo risultati

I biancorossi cedono solamente nel finale di gara

Genova. Diversi passi avanti per il Genova Quinto B&B Assicurazioni, che nella seconda giornata di campionato, dopo il netto ko dell’esordio in casa del Posillipo, tiene testa all’Acquachiara di mister Pino Porzio, sfiora addirittura il pareggio, ma alla fine esce sconfitto 11-8.

Senz’altro troppi tre gol di scarto fra le due formazioni per quello che si è visto in acqua, anche se la squadra campana ha quasi sempre condotto le danze a livello di punteggio. I biancorossi hanno evidenziato di avere ancora da lavorare in fase difensiva ma di poter contare su un buon pacchetto avanzato.

Apre le marcature Alessandro Brambilla di Civesio, cui risponde immediatamente Krapic. Le reti di Robinson e Lapenna spingono avanti l’Acquachiara; Primorac accorcia poco prima della fine del tempo.

In avvio di secondo tempo va a bersaglio Del Basso. Non si segna per oltre cinque minuti, poi Lapenna porta gli ospiti sul +3. Bianchi sblocca il Quinto, ma poco dopo Lapenna ristabilisce le distanze.

Nei primi 5 minuti e 16 secondi della terza frazione di gara il Quinto si fa sotto, con le reti di Primorac e Aksentijevic. Lanzoni sigla il +2 ospite; nell’ultimo giro di orologio botta e risposta tra Bianchi e Steardo.

Aksentijevic apre le marcature nell’ultimo quarto. I biancorossi ci credono, ma a spegnere il loro entusiasmo è il gol di Krapic, che poco dopo va in rete altre due volte. Ininfluente l’ultimo gol, firmato da Francesco Brambilla Di Civesio.

La differenza l’hanno fatta gol facili che noi abbiamo regalato, mentre loro sono sempre stati molto attenti e non ci hanno concesso niente – commenta il tecnico Marco Paganuzzi –. Il miglioramento rispetto alla gara di Napoli è netto, anche se il lavoro da fare è ancora tanto. Peccato, i ragazzi hanno fatto bene da un punto di vista di impegno e motivazioni, ci sarebbe servito un pizzico di concentrazione in più appunto per quei gol regalati che non si vedono neanche nelle giovanili. Continuare a prendere più di dieci gol a partita è sicuramente un dato che non va bene, farne sette o otto invece è positivo, in attacco troviamo sempre soluzioni. Dobbiamo avere più attenzione e più cattiveria agonistica indietro. Spiace perché a metà del quarto tempo abbiamo avuto una ghiotta occasione per pareggiare con il doppio uomo in più, probabilmente la partita avrebbe preso una piega diversa, ma non siamo stati bravi a concretizzarlo. Guardiamo comunque con positività al futuro, sappiamo che ci servirà ancora un po’ di tempo per vedere il miglior Quinto“.

Il tabellino:
Genova Quinto B&B Assicurazioni – Carpisa Yamamay Acquachiara 8-11
(Parziali: 2-3, 1-3, 3-2, 2-3)
Genova Quinto B&B Assicurazioni: Scanu N., Eskert N., Brambilla Di Civesio A. 1, Primorac T. 2, Turbati A., Bianchi F. 2, Amelio A., Palmieri A., Boero G., Bittarello L., Brambilla Di Civesio F. 1 , Aksentijevic S. 2, Gianoglio A. All. Paganuzzi.
Carpisa Yamamay Acquachiara: La Moglia A., Del Basso M. 1, Tozzi V., Steardo D. 1, Sanges C., Robinson S., Barroso, Cupic V., Lapenna F. 3, Krapic I. 3, Confuorto G. 2, Lanzoni G. 1, Cicatiello R. All. Porzio.
Arbitri: Severo e Zedda.
Note. Usciti per limite di falli A. Brambilla nel terzo tempo, Aksentijevic, Lanzoni e Robinson nel quarto tempo.