Quantcast
La nomina

Porto, Toti: “Poche ore di sonno per nuovo presidente, c’è da recuperare tempo perduto”

Liguria. “Mi auguro che si chiudano al più presto tutte le interlocuzioni con il Ministro Delrio e si trovino al più presto delle soluzioni concordate sulla Governance del porto. E soprattutto che chi andrà a ricoprire la responsabilità di Presidente dell’Autorità Portuale di Genova si rimbocchi le maniche e abbia poche ore di sonno per molti anni a venire, perché c’è da recuperare molto tempo perduto”, lo ha detto questa mattina il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti a margine della seduta del consiglio regionale.

“Da troppo tempo il porto di Genova, ma anche gli altri porti liguri non hanno quello sprint che dovrebbero avere – ha aggiunto Toti stamani – ci sono soldi fermi nei cassetti, appalti da fare, concessioni da rinnovare e c’è da rimettere in moto una macchina che è la prima industria della Liguria, ma soprattutto la prima industria del Nord Italia, sia in termini dai fatturato, sia in termine di funzionalità di sistema, perché senza i porti di Genova, Savona e La Spezia i mercati del Nord Italia sono mercati monchi”.

leggi anche
  • Porti e nomine
    Porto, il valzer delle nomine sembra arrivato alla fine. Resta il “mistero” del Segretario generale