Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio Aerospace, consegnato il primo “Avanti Evo” prodotto a Villanova d’Albenga fotogallery

Liguria. Questa mattina l’amministratore delegato di Piaggio Aerospace Renato Vaghi ha consegnato personalmente allo sceicco Khalifa Al Saif, Ad e fondatore dell’omonimo gruppo, il primo Avanti Evo prodotto nel nuovo stabilimento di Villanova d’Albenga a meno di un anno dal trasferimento della produzione velivoli dal sito di Genova. Lo scorso luglio Al Saif era stato anche designato quale agente per la vendita dell’Avanti Evo in Arabia Saudita, Kuwait, Bahrain, Qatar, Oman ed Iraq.

Piaggio

Al Saif, gruppo che comprende società attive nei settori immobiliare, del trading e della consulenza, recentemente ha sottoscritto anche un’opzione per l’acquisto di un secondo velivolo per operazioni Medevac (Medical Evacuation) che sarà consegnato nel 2017. Questo primo Avanti Evo, in configurazione Vip, sarà invece impiegato per voli charter e dimostrativi.

Al Saif Group, attraverso la società Al Saif Trading Estabilishment, acquisterà da Piaggio Aerospace anche una serie di servizi post-vendita, tra cui il training per due piloti e un tecnico manutentore, oltre alla possibilità di aderire ad un programma dedicato di supporto logistico. Per agevolare le attività di vendita del gruppo Al Saif, Piaggio Aerospace ha selezionato un adeguato Service Centre attivo nella penisola araba.

L’Avanti Evo è la terza generazione del famoso velivolo bimotore turboprop P.180 (venduto in circa 220 esemplari in tutto il mondo) del quale ne incrementa la performance, l’efficienza e il comfort. Con la capacità di imbarcare fino a sette passeggeri e una velocità massima di crociera di 745 chilometri orari, ha un rateo di salita di 844 metri al minuto e una quota di tangenza di 12 metri. I suoi consumi di carburante, ridotti fino al 40 per cento rispetto ai jet della stessa classe, lo qualificano come uno dei velivoli più ecocompatibili del settore, con un livello di emissioni tra i più bassi. Inoltre nell’Avanti Evo (con nuove eliche a scimitarra a cinque pale e il profilo ridisegnato degli scarichi) si è ridotta del 68 per cento la rumorosità esterna del velivolo.

L’Avanti Evo ha un’apertura alare di oltre 14 metri, una lunghezza di quasi 14 metri e mezzo e un’altezza di quasi 4 metri. Il peso massimo al decollo è di 5.489 chili e ha un’autonomia di 2.813 chilometri.

“La notizia del secondo ordine ci ha un po’ sorpreso – aggiunge l’amministratore delegato di Piaggio – Ne stavamo parlando con Al Saif, ma lui ha voluto darla in diretta. Questo dimostra la credibilità che ci siamo costruiti con questo cliente che è anche un nostro rappresentante in una zona molto importante del mondo. E’ una buona notizia per l’azienda e per i lavoratori e speriamo di avere tante altre notizie come questa nelle prossime settimane”.