Quantcast
Dopo quella dei residenti

Ordinanza anti-movida: dai locali del centro storico una contro-raccolta firme, si comincia lunedì

Genova. Dovevano cominciare questa sera ma l’allerta rossa prevista fino alle mezzanotte di oggi ha solo rinviato l’appuntamento. I commercianti e i titolari dei locali del centro storico, in particolare della zona di piazza delle Erbe sono pronti a dare battaglia dopo che il sindaco Marco Doria ha fatto sapere loro a mezzo stampa che i contestati orari dell’ordinanza anti movida non saranno modificati.

E così i gestori dei locali vogliono rispondere al sindaco con le stesse carte: lui si è fatto forte di oltre 1300 firme raccolte da alcuni residenti che chiedono che l’ordinanza resti così com’è, e i gestori sono intenzionati a raccoglierne molte di più.

“Il Sindaco ignora le aziende e i tanti cittadini che riconoscono il ruolo delle attività e dei circoli che accendono una luce nella città vecchia garantendo il presidio e la sicurezza del territorio – scrivono Marina Porotto e gli altri titolari dei pubblici esercizi della zona annunciando l’avvio della contro-raccolta firme – Dimostriamogli che sbaglia. Dimostriamogli quanti genovesi vogliono che il centro storico viva e che la zona della movida non segua il destino di altre zone, dove i negozi chiusi hanno lasciato da anni spazio alla criminalità e al degrado sociale ed economico, allo spaccio e alla delinquenza. Dobbiamo recuperare quella zona, non ridurre nelle stesse condizioni l’area della movida”.

“Vogliamo che la città vecchia viva – dicono ancora – vogliamo investimenti da parte della civica amministrazione perché la rete commerciale viva anche di giorno. Vogliamo dalle forze di polizia un presidio fisso che abbia ragione sia dei comportamenti maleducati sia dello spaccio. Vogliamo la pulizia che manca e il decoro che da tempo viene meno”.

La raccolta firme partirà lunedì 17 ottobre in piazza delle Erbe e nei locali del centro storico.

leggi anche
  • Nessuna retromarcia
    Ordinanza anti-movida, Doria gela tutti: “Il provvedimento non si tocca”
  • In attesa del tar
    Ordinanza anti movida, i commercianti: “Hanno sparato nel mucchio creando un danno economico a chi fa presidio sul territorio”
  • #genovachevorrei
    Movida e circolo Merlino, Kovac (Arci): “Risposte semplici non risolvono problemi complessi”