Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Locatelli da urlo a Villingen

La squadra genovese vince il trofeo sia con gli uomini che con le donne. Per le ragazze è la dodicesima vittoria su altrettante edizioni. Squadra maschile che si impone con soli 7 giocatori

Più informazioni su

Volano le lontre. Pare impossibile, ma a Villingen è accaduto proprio questo grazie al doppio trionfo della Locatelli pallanuoto che torna dalla Germania con entrambi i trofei: maschile e femminile. Epica l’avventura degli uomini, arrivati probabilmente con la consapevolezza che il trofeo sarebbe stato un utile allenamento in vista della prossima stagione, ma che alla fine hanno giocato fino all’ultima partita.

Il gruppo inizialmente pareva destinato a una presenza quasi simbolica, vista l’assenza dell’allenatore, Alessandro Picasso, sostituito da Marco Trucco, ma soprattutto visto che, il team ligure si era presentato in 8 ingaggiando per il torneo l’allenatore delle ragazze, Stefano Carbone, 53 anni e non sentirli. Anche perché dopo pochissimo Ennio Guggiari ha dovuto guardare le partite da bordovasca a causa di un infortunio alla spalla.

Facendo un paragone calcistico, forse ha prevalso l’idea di Nils Liedholm in cui quando si rimane in inferiorità numerica si gioca meglio. In questo caso la Locatelli ha fatto di necessità virtù andando a sconfiggere subito il Durlach – Ettlingen per 9-4, lottando con il Friburgo e vincendo 8-6 e spazzando via gli austriaci del Pelikan Bregenz con un perentorio 12-3.

La finale, poi ha qualcosa ancora di più epico visto che i biancorossoblù, stanchi e già soddisfatti comunque di essere giunti alla partita conclusiva, hanno iniziato lenti, andando sotto fino al 3-1 per i tedeschi del Bietgheim. Poi l’orgoglio e la voglia di vincere sono saliti ed è partita la rimonta fino al 3-4, vanificata dal pareggio dovuto a una distrazione (comprensibile) nei secondi finali. Poco male, perché ai rigori il braccio migliore è quello genovese e il trofeo arriva in Liguria.

Per le ragazze invece arriva la vittoria numero 12 su altrettante edizioni del trofeo. Incredibile il filotto della Locatelli in terra di Germania che non fa sconti a nessuno, nonostante nuove squadre partecipassero l’epilogo è stato lo stesso. Prima uscita contro il Pelikan Bregenz, vice campione d’Austria, che si dimostra semplice con un 7-2 senza troppa fatica.

Anche più rotonda è la vittoria nella seconda partita con un perentorio 11-3 all’Esslingen. Con Stefano Carbone allenatore delle donne e giocatore fra gli uomini, arriva anche la terza vittoria contro le svizzere del Basilea in quello che è stato forse il match più ostico, ma che le genovesi si aggiudicano grazie al punteggio di 7-5.

La finale presentava una difficoltà maggiore rispetto agli altri anni, visto che esordiva il Nikar Heidelberg, seconda classificata in A1 lo scorso anno in Germania con ben cinque nazionali teutoniche. Partita vera e tirata con le tedesche forse un po’ presuntuose che provano a imporsi, ma devono far marcia indietro subendo sette reti e perdendo alla fine 7-6 dalla Locatelli.

Un ottimo inizio di stagione quindi per entrambe le squadre che possono festeggiare prestazioni di carattere e puntare dirette verso i rispettivi campionati.