Quantcast
Tornano i tre punti

L’Entella si scuote e travolge il Vicenzarisultati

Partita cinica dei biancoazzurri che con due reti per tempo archiviano la pratica vicentina. Grande prova di Ciccio Caputo: per lui gol, assist e tanta qualità

Sotto il diluvio universale a Chiavari, la Virtus Entella ospita il Vicenza bisognoso di punti viste le quattro sconfitte e una sola vittoria nelle prime sei uscite di campionato. Anche i diavoli neri, però sono reduci da una prestazione opaca contro il Carpi e hanno bisogno di punti per rimanere nelle zone che contano della classifica, ma anche per ritrovare fiducia. L’Entella parte forte e al 9° è già 1-0 con Ceccarelli che gira molto bene il pallone  di testa su un calcio di punizione battuto da Cutolo. Per il difensore biancoazzurro è la seconda rete in campionato.

La Virtus è più tonica e viaggia su ritmi molto alti controllando bene il match e non si registrano pericoli per Iacobucci. Al 15° ci prova lo stesso Cutolo, ma la sua punizione si spegne su fondo. Si arriva rapidamente al 29° quando il numero dieci chiavarese si riscatta con un mancino dal limite imprendibile per l’esperto Benussi. Un due a zero meritato che dimostra un dominio assoluto per i diavoli.

Si va alla ripresa mentre la pioggia non dà tregua, ma il secondo tempo comincia male per i padroni di casa. Al 48° infatti Raicevic se ne va lateralmente calcia forte rasoterra in diagonale. Sulla palla interviene Siega che trova la deviazione vincente e riapre i giochi. 

Il Vicenza comincia meglio la ripresa, ma l’Entella tiene bene il campo e resiste sotto la pressione dei veneti che comunque non riescono a sfondare. Così al 70° ci pensa Caputo a rimettere avanti i suoi con un gran gol da punta di razza. Belli crossa dalla destra e il bomber pugliese gira con tempismo perfetto la sfera e batte Benussi che nulla può fare su questa gran conclusione.

L’Entella è ormai padrona del match e del gioco. L’occasione al 74° parte ancora dai piedi di Caputo che serve Havlena che calcia da posizione defilata cogliendo solo i cartelli pubblicitari sul fondo. Due minuti dopo Tremolada mette in mezzo dove arriva Masucci che colpisce, ma senza la necessaria potenza e la sfera è preda di Benussi.

L’Entella è tutto nei piedi di Ciccio Caputo che crea e vive di lampi geniali come l’assist per Tremolada che al 78° riceve dalla destra, si gira al limite dell’area e calcia di interno sinistro a giro. La palla fila nell’angolino basso alla destra di Benussi che non può arrivarci ed è poker per la Virtus che vola verso la vittoria. Punizione serissima per un buon Vicenza che ha mostrato lacune davanti, ma nel complesso aveva giocato sin qui una buona gara chiudendo nella propria metà campo i padorni di casa per venti minuti.

Quarto posto per i ragazzi di Breda in attesa dei posticipi, ma soprattutto un’efficacia offensiva di nuovo convincente e un’iniezione di fiducia importante in vista della difficile trasferta di Bari del prossimo turno.