Quantcast
Serie a2

Hockey prato, Superba: il campionato si apre con un successo di misura

Pistoia battuto in rimonta grazie ad una doppietta di Di Nardo

Genova. Bella partita, per la categoria, fra sampierdarenesi e toscani a Genova. Sia Superba che Pistoia, a turno, provano a vincere, vanno entrambe in vantaggio, potrebbero pure pareggiare, alla fine la spuntano per 3-2 con brivido i padroni di casa.

Un 3-4-3 tendente al 3-5-2 da rivedere è, lo schema scelto da coach Medda; più tradizionale e prudente Filippo Treno. La maggior qualità tecnica dei genovesi ed un buon giro palla che parte dalla difesa consentono ai padroni di casa di prendere possesso del gioco. Il problema sono le due punte che girano troppo al largo della porta e persino dell’area. Così ci vuole un’azione personale di Fabian Correa per sbloccare il risultato con Michelozzi fra i pali non proprio inappuntabile.

Palla al centro. Pistoia attacca sulla destra, Bosco non protetto si fa saltare dalla sua ala che rimette al centro. La difesa del Superba è larga come se stesse facendo possesso palla così Tolve si trova libero in area di colpire. Anche qui Riva fra i pali non è proprio inappuntabile. Il Superba riprende a condurre le danza, ma da segnalare c’è solo un tiro di Muni e neppure lo straccio di un corto.

Nella ripresa si continua sulla falsariga iniziale. Superba che fa gioco, ma sterile, Pistoia che replica con i drive lungolinea di Fabio Della Motta, degni del miglior Jimmy Connors a Flashing Medows e le rasoiate di Selva Raju che ricordano i ficcanti passanti di Borg dei tempi d’oro. Però l’hockey è un’altra cosa.

Un passante, finalmente più laterale, trova Giordano a centro area bravissimo a spizzare l’1-2. Riva questa volte non ha colpe, la difesa sì. Il Superba perde sicurezza, anche perché in avanti non trova sbocchi. Non serve neppure l’avanzamento dell’olandese Backhuijs, invece provvidenziale in mezzo al campo. Così Pistoia riesce a salire e accorciando le distanze, avanzando il raggio d’azione di Selva Raju produce un hockey più da sintetico.

Quando la partita sembra incanalata, arriva il primo corto. Di Nardo è implacabile; poco dopo gli consentono la replica e arriva il controsorpasso. Al 34°, sul terzo, gestito non benissimo, arriverebbe pure il 4-2, ma per l’arbitro il tiro è da fuori area. Qualche sampierdarenese si attarda a protestare. Gli esperti Fedi e Martinelli innescano la ripartenza che il giovane Crovetto ferma, nelle 25 yard, con un fallo tanto plateale quando inutile: un colpo, nel tentativo di slap shot in anticipo, sul bastone dell’avversario. Ultimo corto oltre il fischio finale con dieci pistoiesi che avvolgono l’area del Superba, ma prima Riva e poi Di Nardo sventano il pericolo.

Il tabellino:
Superba HC – HC Pistoia 3-2 (p.t. 1-1)
Superba HC: Riva; Fabrizio Correa, Di Nardo, Bosco; De Nastochkine, Zaccaria, Fabian Correa, Backhuijs; Muni, Gaggero, Licastro. Entrati: Mazzucchelli, Crovetto. Non entrati: Carrera, Forenza. All. Medda.
HC Pistoia: Michelozzi; Della Motta, Fedi, Martinelli, Cioni; Masi, Selva Raju, Mascia; Giordano, Menichini, Braccini. Sostituti: Natali, Vaiani, Tolve, Vivarelli, Musto. All. Treno.
Arbitri: Zirretta (Novara) e Capassi (Torino).
Reti: 12° Fabian Correa (S), 13° Tolve (P); s.t. 9° Giordano (P), 20° Di Nardo (S), 24° Di Nardo (S).