Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, il car sharing si rinnova con agevolazioni per gli utenti

Agevolazioni in vista e raddoppio delle auto

Più informazioni su

Genova. Sessanta veicoli, al posto dei 45 attuali nei primi tre mesi per arrivare a 80 mezzi entro un anno, l’aumento dei posteggi dedicati, anche in zone periferiche o in aree strategiche della città come università e aeroporto, la forte integrazione con il trasporto pubblico e una revisione delle tariffe, con la speranza di aumentare il numero degli utenti dai 2500 attuali a circa 5mila. Sono questi gli obiettivi di Aci Global la società che ha rilevato Genova Car Sharing, la società nata nel 2003 e dal 2013 passata dal Comune di Genova a Genova Parcheggi.

Un’operazione fortemente voluta dal Comune di Genova che giudica il servizio di car sharing “irrinunciabile” come ha spiegato Anna Maria Dagnino, assessore alla mobilità, nel corso della presentazione dell’accordo.

“Genova è la quinta città che gestiamo – ha sottolineato Elio Barazza, amministratore unico – e assieme a Milano rappresenta la città più importante, forse quella con maggiori potenziali di crescita. I primi interventi, quindi, saranno sulla flotta con l’arrivo nella prossima settimana di una ventina di auto, che andranno a sostituire e aumentare il numero attuale, e stiamo partendo con gli ordini per arrivare nel prossimo trimestre a sessanta. Avremo incremento di parcheggi e stalli per consentire di rendere fruibile il servizio in tutti i municipi della città. Il terzo intervento che sarà fatto subito è sulle tariffe, più economiche e vantaggiose per aumentare il numero dei nostri clienti, per arrivare nei prossimi anni a 5mila, 6mila clienti”

Tra le novità introdotte dalla nuova gestione quella che riguarda il costo dell’abbonamento che ora non include il traffico la nuova società lo trasformerà in una sorta di “bonus traffico” attraverso il quale usare da subito il servizio senza ulteriori spese. “Ci saranno comunque molte semplificazioni e agevolazioni – spiega Marco Silvestri, responsabile del servizio a Genova – avremo una tariffa unica per qualsiasi vettura, indipendente dalle dimensioni, forse anche più bassa rispetto a quella attuale per le citycar, e un’altra che sarà definita per i veicoli commerciali. Sarà ridotta la tariffa chilometrica in modo sostanziale e prevediamo una riduzione anche su quella giornaliera”.

Aci global si è aggiudicato l’acquisizione della società dopo che la gara era andata deserta, pagando il valore stimato di Genova Pacheggi . “Il nostro sforzo è stato quello di traghettare la società nel miglior modo possibile ha sottolineato Mario Orlando, presidente Genova Parcheggi spa – riequilibrando i conti economici della società che, nel 2016 ha raggiunto l’equilibrio. La nostra preoccupazione è stata quella di concludere un contratto con clausole che prevedevano lo sviluppo del servizio e il mantenimento delle unità lavorative. Aver presentato una società in equilibrio economico, dopo una storia di esercizi in perdita, abbiamo pattuito un corrispettivo pari al valore della società di 55mila euro, cifra che si raddoppia considerando le clausole pattuite”.

“Concludiamo un iter lungo stringendo un’intesa con un importante partner nazionale specializzato nel settore, – ha concluso l’assessore Dagnino – che prevede la clausola sociale con la salvaguardia dei tre posti di lavoro dell’azienda”.