Quantcast
L'appuntamento

Forte Begato torna ad aprirsi: arriva Octoberfort

Genova. Incontri, visite guidate, cibo e musica. Forte Begato si apre ai cittadini per ospitare l’Octoberfort in programma l’8 e il 9 ottobre in concomitanza con la quinta edizione della Giornata nazionale del camminare.

La giornata di sabato avrà inizio alle 11 con le lezioni divulgative sulla storia militare, sugli aspetti naturalistici e ambientali e sulla storica cremagliera di Granarolo, consacrata da Tripadvisor come una delle migliori attrazioni all’aperto della città. Alle 13 “Amatriciana solidale” a cura del gruppo di Protezione Civile Alfa Group, il ricavato sarà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto di fine agosto. Dopo il concerto della Filarmonica Sestrese in programma alle 15.30 nell’anfiteatro del Forte, il pomeriggio sarà “astronomico” con le proiezioni sotto la cupola del planetario, dalle 17 alle 18.30, dedicate all’esplorazione della Luna e, dalle 17.30 alle 19.30, con l’osservazione della Luna tramite binocoli e telescopi. Esclusivamente per la giornata di sabato è stato previsto un servizio navetta dalle ore 10 alle ore 20 con partenza dal Righi, all’arrivo della funicolare Zecca-Righi, e a Granarolo con partenza dal capolinea bus 38.

Domenica, per la Giornata Nazionale del Camminare, grazie all’impegno delle associazioni cittadine che operano nel settore dell’escursionismo e della cultura del camminare, saranno 10 gli itinerari che si potranno percorrere tutti con destinazione Forte Begato per riscoprire, al ritmo lento dei propri piedi, la bellezza della città di Genova. Dalle 11 alle 20 sarà consentito dal piazzale del parcheggio dell’eliporto da un lato e dal bivio di Fregoso dall’altro, esclusivamente il transito a piedi.

Più informazioni
leggi anche
  • Le mura di genova
    Forti: asta deserta per il Begato, ma il comune traccia la “road map”
  • Che fare
    OctoberFort, Villa Bombrini per Amatrice e anche il trekking: gli eventi del weekend
  • Recupero
    Rinasce Forte Tenaglia, Doria: “Per le mura servono investimenti dei privati”