Quantcast

Lettera al direttore

La lettera

Depuratore di Vallata alla Piana del Seriello. Biagioni e Spanò: “Ecco perché è il posto giusto”

Un ottimo motivo per realizzare il depuratore di vallata (Entella) nella piana di Seriallo.
La piana dei Seriallo è sufficientemente ampia per realizzare anche un impianto per la produzione di Biometano in grado di produrre ricchezza dalle acque di scarto ,ovvero i reflui urbani.La strada della produzione di bio metano dal biogas offre la serie di vantaggi più sotto riportati

L’azienda che gestisce acquedotto, fognatura e depurazione nella città metropolitana di Milano, ha spinto l’acceleratore sull’economia circolare e sta trasformando i principali dei suoi circa 60 depuratori in bioraffinerie in grado di produrre ricchezza dalle acque di scarto. Biometano, fertilizzanti, energia elettrica sono già realtà e presto sarà possibile estrarre nutrienti come fosforo e azoto. Presso il depuratore di Cassano D’Adda è stata avviata una produzione sperimentale di fertilizzante, mentre dal sito a nord di Milano le acque convogliate al depuratore permetteranno di far viaggiare centinaia di automobili.
In base agli studi dei tecnici Cap, si stima che il solo depuratore di Bresso potrebbe arrivare a sviluppare una produzione annua di biometano di 341.640 kg, sufficienti ad alimentare 416 veicoli per 20 mila km all’anno: 8.320.000 km percorribili complessivi, equivalenti a oltre 200 volte la circonferenza della Terra. Significativi anche i risparmi grazie al costo di produzione di 0,58 euro/kg, sensibilmente inferiore ai circa 0,9 euro/kg a cui il metano è oggi acquistabile sul mercato.

Cos’è il biometano
Il biometano è un gas che contiene almeno il 95% di metano ed è prodotto da fonti rinnovabili. Deriva dal biogas prodotto dalla digestione anaerobica (in assenza di ossigeno) di biomasse in ambiente controllato (digestore) o in discarica, in seguito alla decomposizione dei rifiuti, o dal gas derivante dalla gassificazione delle biomasse. Sottoposto a un processo di purificazione e di upgrading, raggiunge la qualità del gas naturale e, rispettando le caratteristiche chimico-fisiche previste nelle direttive dell’AEEGSI, è idoneo alla successiva fase di compressione per l’immissione nella rete del gas naturale.

Perché il biometano
La strada della produzione di biometano dal biogas offre una serie di vantaggi:

Lotta al cambiamento climatico
Il metano ottenuto dal biogas è in grado di sostituire perfettamente quello di origine fossile e può così contribuire alla riduzione dei gas serra.

Riduzione della dipendenza dalle importazioni
L’Italia, secondo importatore al mondo di gas naturale, ne importa 70 miliardi di metri cubi. Il biometano potrebbe compensare il progressivo esaurimento del metano estratto in Italia, che rappresenta circa il 10% del consumo.

Sviluppo dell’economia locale
La produzione di biogas crea posti di lavoro, nella logistica, nella progettazione e costruzione di impianti.

Un circuito chiuso
I fanghi di depurazione che servono per alimentare l’impianto provengono da reflui generati per utenze situate nelle vicinanze e “vengono comunque prodotti”. Perché non valorizzarli? Il biometano immesso in rete può sopperire alle esigenze di consumo locali, risparmiando al sistema i costi di trasporto gravanti sul gas naturale, che è, per la parte preponderante, importato dall’estero.

Una fonte rinnovabile programmabile
Il biogas e il biometano possono essere prodotti continuativamente per tutto l’anno. Essi possono essere vantaggiosamente impiegati per compensare le indisponibilità delle fonti energetiche non programmabili, come l’eolico o il fotovoltaico. Questa fonte energetica può in un futuro divenire una pedina fondamentale nella costruzione di reti intelligenti (Smart Grid) basate su fonti rinnovabili, sia elettriche che di gas.
Massima flessibilità
L’immissione di biometano in rete offre la massima flessibilità di utilizzo, poiché rende questa fonte di energia rinnovabile disponibile esattamente là dove serve e dove può essere utilizzata nel modo energeticamente più efficiente

Pierluigi Biagioni – Verdi Liguria-area Tigullio / Angelo Spanò – Co-portavoce metropolitano Verdi Liguria

Più informazioni