Quantcast
L'intervento

Defibrillatori, sindaco Stagnaro: “Da anni Casarza impegnata su questo fronte”.

Casarza. “La nostra Amministrazione comunale e la precedente, guidata dal sindaco Claudio Muzio, hanno dimostrato concretamente la loro attenzione sul tema dei defibrillatori. Su impulso dell’assessore Mirella Biasotti e del consigliere con delega allo Sport, Cristian Figone, e grazie al contributo delle associazioni che operano sul territorio, a Casarza Ligure sono già presenti tre defibrillatori. Nello specifico, due di questi sono stati donati dall’associazione ‘Cardini Critical Wine’ e il terzo dall’associazione ‘Lazzarotto’. Per quanto riguarda il posizionamento di questi importanti dispositivi medici, uno è collocato all’interno della Polisportiva Casarzese, un altro nel campo sportivo cittadino e l’ultimo presso la palestra comunale: sono tutti luoghi in cui si svolge attività sportiva e che per questo rappresentano punti sensibili sotto il profilo di eventuali problematiche cardiache. Il nostro Comune, dunque, è già da tempo impegnato sul fronte dei defibrillatori, e su questa strada intendiamo proseguire”. E’ quanto dichiara Giovanni Stagnaro, sindaco di Casarza Ligure.

“Voglio poi ricordare – prosegue Stagnaro – che grazie all’impulso dell’Amministrazione comunale sono stati organizzati i corsi BLSD per la formazione e l’aggiornamento di circa 40 persone abilitate all’utilizzo dei defibrillatori. Inoltre rendo noto che il ricavato della Festa d’Autunno promossa dal nostro Comune e dalle associazioni, che si svolgerà il prossimo 6 novembre, verrà utilizzato per l’acquisto di un quarto defibrillatore”.

“L’occasione di poter discutere nel merito questo importante argomento in Consiglio Comunale – conclude il sindaco di Casarza Ligure – purtroppo è venuta meno a causa dell’assenza del consigliere del Partito Democratico Andrea Telchime  che aveva proposto una mozione dedicata a questo tema e inscritta all’ordine del giorno”.

Più informazioni