Quantcast
Vela

Chiavari, successo per la regata sociale dello Yacht club

Chiavari. Sabato 15 ottobre 2016, con partenza alle ore 12:30, organizzata nelle acque del golfo del Tigullio dallo Yacht club Chiavari, si è svolta la regata sociale Open Banco di Chiavari e della Riviera Ligure – Jeanneau Cup 2016 – Memorial Romano Caselli, aperta a tutte le imbarcazioni delle classi ORC, IRC e Libera, regata di chiusura del Campionato vela d’autunno YCC.

La regata è stata realizzata grazie al contributo e alla collaborazione della famiglia Caselli, che tiene sempre vivo il ricordo di Romano, tragicamente e prematuramente scomparso 16 anni fa, ma ancora oggi vivo nell’affetto di tutti. Romano Caselli, appassionato di mare e di pesca, amava Chiavari e partecipava intensamente alla vita cittadina e alla del suo circolo, divertendosi a fissare avvenimenti sportivi e conviviali e personaggi attraverso vignette, caricature e disegni da lui stesso creati.

Questa manifestazione inoltre è intitolata al Banco di Chiavari e della riviera ligure, importante realtà economica cittadina, che da anni affianca con attenzione e sensibilità lo Yacht Club Chiavari, sostenendo in particolar modo la Scuola Vela e le attività rivolte ai ragazzi.

Un’importante novità è stata introdotta quest’anno, grazie alla collaborazione di Union Yachts di Lavagna di Renato e Giovanna Fontana, importatori per il Nord Ovest delle imbarcazioni Jeanneau: all’interno della Regata Sociale Memorial Romano Caselli si è tenuta la Jeanneau Cup 2016, raduno delle imbarcazioni Jeanneau.

La regata si è svolta in una giornata caratterizzata da tempo soleggiato, mare con onda lunga da libeccio e vento proveniente da ponente e successivamente da sud intorno ai 4/5 nodi, un’intensità che non ha permesso a tutte le imbarcazioni di arrivare al traguardo entro il tempo massimo.

In classe ORC i vincitori sono stati:
– Categoria soci YCC: Capitani coraggiosi 3 di Federico Felcini e Guido Santoro (YCC)
– Categoria non soci: X-wave di Marco Roccatagliata (LNI Genova Centro);
In classe libera:
– Raggruppamento dai 5,00 ai 9,00 metri al galleggiamento: Hard rock di Mauro e Massimo Uggè (LNI Sestri Levante)
– Raggruppamento oltre gli 11,01 metri al galleggiamento: Jonathan Livingston di Giorgio Diana (YCC); Partecipazione Jeanneau Cup 2016:  Sansegal di Mariangela Rivanera (YCC)

La regata sociale open è stata la terza e ultima prova del campionato vela d’autunno YCC (dopo il trofeo Marina Yachting del 17-18 settembre e la coppa e trofeo Dallorso del 1-2 ottobre).

Sabato 15 ottobre sono state quindi premiate anche le imbarcazioni che si sono aggiudicate la vittoria nel campionato:
-in classe ORC: Capitani coraggiosi 3 di Federico Felcini e Guido Santoro (Yacht Club Chiavari);
– in classe IRC: El chico di Daniele Fogli (Yacht Club Chiavari);
– in classe libera si aggiudica la vittoria: Raggruppamento oltre gli 11,01 metri al galleggiamento: Sansegal di Mariangela Rivanera (Yacht Club Chiavari).

Inoltre si è aggiudicato il trofeo challenge campionato vela d’autunno Ycc l’imbarcazione El chico di Daniele Fogli (Yacht Club Chiavari), 1° classificato in Classe IRC.

Prima della premiazione, nel porto turistico di Chiavari, alcune ragazze della società Gymnica 200 si sono esibite sul palco in un esercizio, dando saggio della propria bravura.
Al termine della premiazione, come tutti gli anni è stato consegnato il trofeo Memorial Romano Caselli a una persona che ha dedicato la propria vita al mare e alla vela. Quest’anno è stato premiato Vincenzo Sciortino, pescatore e uomo di mare.

Questa la motivazione ufficiale:
“A Vincenzo Sciortino
Il nostro riconoscimento in memoria di Romano Caselli, da quando è stato istituito, è stato assegnato a persone che hanno avuto un rapporto speciale con il mare, in tutte le sue espressioni, sia che fossero affermati campioni della vela, o grandi navigatori, o costruttori di barche, oppure bravi marinai o pescatori o anche semplici appassionati.
Vincenzo è stato un bravo pescatore, un ottimo marinaio e per di più un grande amico di Romano Caselli.
E’ nato nella splendida isola di Ponza e da giovane, seguendo la tradizione isolana, è stato pescatore.
Con la sua esperienza di mare negli anni ’60 venne scelto da Angelo Moratti per condurre la sua barca a vela di famiglia, la mitica Enteara.
E per quasi 40 anni con grande perizia e capacità ha fatto navigare l’Enteara in tutto il Mediterraneo, mentre nel tempo libero, con Romano o altri amici, metteva a frutto la sua esperienza di pescatore.
Il tutto con la sua simpatia e comunicativa “ponzese”, che l’hanno sempre fatto apprezzare a tutti quelli che hanno la fortuna di conoscerlo.
Peccato che un grave incidente lo abbia fermato ancora relativamente giovane, costringendolo a guardare il suo amato mare solo da terra.
Ma malgrado gli anni siano trascorsi, tutti noi, amici di Vincenzo, guardandolo lo ricordiamo con affetto e simpatia al timone della Enteara o a salpare il suo palamito con la stessa energia e capacità di sempre”.