Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Prima C: chi tiene il passo del Golfo Paradiso? risultati

Biancocelesti ancora imbattuti e a punteggio pieno. Tengono solo Prato e Via dell'Acciaio. L'Isolese cede a Sciarborasca. Leivi ancora a secco di punti

In Prima categoria girone C, continua la striscia positiva del Golfo Paradiso, prima solitaria e a punteggio pieno dopo quattro giornate di campionato. I biancoazzurri hanno vinto anche a Bogliasco al termine di una gara davvero emozionante.

Partenza migliore dei bogliaschini che passano al 5° con una prodezza di Cimieri che piazza una bordata in diagonale che si insacca nell’angolo dove Cellerino non può arrivare. I recchesi non si scompongono e due minuti dopo trovano la rete con Zucca che di testa gira in porta un calcio d’angolo.

La partita è viva e al 19° il Bogliasco è di nuovo avanti grazie a Veroni che scatta sul filo del fuorigioco e supera il portiere con una palombella deliziosa. Il primo tempo si conclude con i locali avanti, mentre il Golfo Paradiso non riesce a ingranare la marcia giusta. Nella ripresa, però cambia tutto. Al 51° Grilli coglie la traversa con una girata di testa. É il preludio del gol che arriva ancora con Zucca che lascia partire un gran tiro dal limite dell’area che si insacca alle spalle di Burlando.

Il Bogliasco vacilla, ed esce il Golfo Paradiso che sfiora la rete con Musico al 67°. Al 75° il gol partita di Cacciapuoti che batte ancora di testa Burlando. All’86° poi, Zucca, non pago, ci prova dai trenta metri cogliendo in pieno il palo. Vince meritatamente il Golfo Paradiso, ma il Bogliasco forse avrebbe meritato qualcosa in più.

Tiene il passo il Via dell’Acciaio che ha la meglio sul Leivi, relegando i levantini a un triste ultimo posto ancora a zero punti grazie a un 1-2 che mantiene i granata a -3 dalla vetta. Pari punti quelli del Prato 2013 che va a vincere in trasferta con la Calvarese e si lancia nei primi posti della classifica. Dopo un primo tempo senza reti, è decisiva la conclusione di Serra che realizza un gol da stropicciarsi gli occhi: tiro al volo dalla distanza e palla sotto l’incrocio. Per la Calvarese finisce qui.

Perde il passo invece l’Isolese che viene battuta da un rivitalizzato Sciarborasca alla seconda vittoria stagionale. Prima fase della gara di studio, ma sono i padroni di casa che prendono l’iniziativa e ci provano con Degli Innocenti, palla che sfiora la traversa. I gialloblù tengono meglio il campo e schiacciano gli avversari finché al 35° Aiello atterra Galasso in area, ma il rigore calciato da Bruzzese trova la parata di Alesso che preserva la propria imbattibilità.

Ancora Sciarborasca vicino al gol al 39° con Bruzzese che non trova la porta. I gol arrivano nella ripresa con Fazio che al 68° sfrutta una disattenzione della difesa ospite, si insinua sul filo del fuorigioco e batte Alesso. All’82° Bruzzese si fa perdonare per l’errore dagli 11 metri con una bella marcatura in contropiede che chiude definitivamente i conti.

Bene il San Bernardino che ritrova la vittoria dopo la scoppola di sette giorni fa e batte in casa la Genovese Boccadasse. I neroverdi passano al 20° con Provenzano piazza nell’angolino la sfera. Il raddoppio arriva nella ripresa, al 64° con Incerti. Poco dopo Romei riapre la gara, ma è un’illusione perché il San Bernardino tiene il vantaggio fino alla fine e si prende i tre punti.

Vince anche la Sampierdarenese che rifila un secco 3-0 al Pieve. Succede tutto nella ripresa, dopo che al 44° Cagnetta aveva lasciato i suoi compagni di squadra in dieci, il Pieve si chiude per tutta la ripresa e tiene bene fino al 73° quando la Sampierdarenese si guadagna un calcio di rigore. Dal dischetto Ferraro, però sbaglia, grazie anche alla deviazione di Bertulessi. Poco male perché due minuti dopo Lazzari trova il varco giusto.

Al 78° poi Spinetti coglie il palo e nel finale dilaga la Sampierdarenese prima con Sadiqi all’83° e poi con Gallo all’87°.

Goleada del San Gottardo che travolge l’Arenzano dopo un primo tempo estremamente equilibrato con occasioni da una parte e dall’altra, ma è il San Gottardo che passa al 44° con Costa che raccoglie la respinta corta di Lucia sul tiro di Raimondo e porta in vantaggio i biancorossi. Nella ripresa arriva quasi subito il raddoppio dello stesso Costa che arriva come un falco e insacca il 2-0. Al 68° ecco il terzo gol con Obino che colpisce la traversa di testa, la sfera diventa un assist per Lodi che da pochi passi insacca di testa.

L’Arenzano sbanda e crolla, sotto i colpi di un San Gottardo galvanizzato. Al 70° arriva il poker di Pili che sfrutta un’errore della difesa arenzanese per recuperare palla e segnare un rigore in movimento. Lucia poi evita il quinto gol ancora su Costa che prova a piazzare il tiro. Il gol è solo rimandato perché all’81° Finelli e Lomuoio duettano al limite dell’area con quest’ultimo che batte Lucia con un gran tiro a incrociare di sinistro.

Ancora all’asciutto l’Aurora che viene sconfitta dal Vecchiaudace Campomorone alla quale basta il gol di Arrache al 16° per avere la meglio su una compagine che ha mostrato un gioco troppo modesto finora per pensare di potersi salvare. Urge un’inversione di tendenza.