Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Busalla e Ronchese (Juniores) danno vita a un grande momento di lealtà sportiva

In vantaggio per un goal segnato con un avversario a terra, il Busalla consente il pareggio senza frapporre ostacoli

Busalla. “Ai giovani va insegnato il rispetto per gli avversari, la lealtà sportiva e l’atteggiamento positivo da tenere in ogni circostanza e soprattutto va spiegato che, per vincere una gara, non è lecito usare ogni espediente… ecco perché, da educatore, ho rifiutato l’idea di primeggiare grazie ad una situazione non corretta”, questo ci racconta Cristiano Monti (nella foto), mister della juniores del Busalla, a proposito dell’episodio avvenuto nella gara con la Ronchese, che ha visto ergersi a protagonista la sportività dei suoi giocatori.

Ecco quanto successo… Busalla e Ronchese si stanno affrontando nel sentito derby della Valle Scrivia (che a livello Juniores rappresenta un fatto inedito da oltre trent’anni), con il Busalla primo in classifica (nove punti in tre gare disputate), mentre i rossoblu di Ronco hanno cinque punti.

Al 74°, con il risultato bloccato sull’1-1 (Repetto e Traverso), i ragazzi di Monti, battono una rimessa laterale all’altezza dell’area di rigore, mentre un giocatore avversario è a terra, senza che il direttore di gara ritenga opportuno fermare il gioco e sul susseguente cross, un difensore della Ronchese, nel tentativo di allontanare la palla, la devia invece, involontariamente, nella propria porta.

Lo sconcerto ronchese dura però poco tempo… quello necessario ai giocatori del Busalla, alla ripresa del gioco, di consentire loro (su istruzioni del loro mister) di andare a rete, senza che nessuno frapponga ostacoli… così il disappunto si trasforma in stima per gli avversari, palesemente ringraziati con sentiti applausi, tutti consci di come il sentimento sportivo non debba ridursi a una corsa per la vittoria, senza lealtà e rispetto per l’avversario.