Quantcast
Accuse pesanti

Violenza sessuale: arrestato Antonio Orsero, figlio del “re della frutta”

L'uomo è accusato di essersi masturbato davanti alla ex badante dopo averla palpata

Liguria. Antonio Orsero, membro della nota famiglia di imprenditori, è stato arrestato per violenza sessuale. L’uomo è accusato di aver palpeggiato l’ex badante della famiglia e di essersi masturbato davanti a lei.

A far scattare le manette la denuncia della donna, una 60enne romena. Secondo il suo racconto Orsero sarebbe entrato nella sua abitazione approfittando del fatto che la porta era stata lasciata aperta per permettere al pavimento appena lavato di asciugare più in fretta; una volta all’interno avrebbe prima palpeggiato la donna sul seno, quindi si sarebbe denudato iniziando a masturbarsi. La donna ha chiamato i carabinieri di Pietra Ligure che hanno provveduto all’arresto.

Secondo quanto riferito dalla donna non si tratterebbe del primo episodio del genere, ma soltanto oggi avrebbe trovato il coraggio di denunciare una situazione che si protraeva nel tempo. A volte, ha raccontato ai militari, il noto imprenditore sarebbe andato da lei in stato di alterazione psicofisica, mentre altre volte avrebbe tentato approcci: l’uomo però non si sarebbe mai spinto oltre apprezzamenti, palpate ed atti di autoerotismo, e per questo in passato l’ex badante aveva deciso di non sporgere denuncia. Questa volta invece, evidentemente esasperata, ha scelto di rivolgersi alle forze dell’ordine nella speranza di porre fine alle molestie.

Antonio Orsero è un imprenditore estremamente noto non solo nel savonese ma a livello nazionale. Erede di un vero e proprio “impero della frutta”, è stato amministratore delegato del GF Group fino a quando la crisi dell’azienda non è diventata pubblica.

Ora si trova agli arresti domiciliari, in attesa del processo per direttissima che si terrà domattina.