La tradizione

Da tutta Italia ad Arenzano per la Festa del Gesù Bambino di Praga

Arenzano. Arriveranno da tutto Italia i fedeli che domani e dopo parteciperanno alla 108esima Festa del Gesù Bambino di Praga al Santuario di Arenzano. L’evento è curato come sempre dai Frati Carmelitani Scalzi.

Saranno come sempre due giorni di festeggiamenti con la benedizione dei bambini, la suggestiva processione in mare e la benedizione delle barche, la veglia di preghiera tutta la notte e concerto inaugurale dell’Organo restaurato: suona il Maestro Fausto Caporali; canta la Shola Cantorum del Santuario.

Già definito il programma. Domani i festeggiamenti prenderanno il via nella mattinata con la posa della statuetta alla venerazione dei fedeli per il tradizionale “bacio”. Nel pomeriggio, alle ore 16.00, la benedizione dei bambini sul piazzale del Santuario. Alle 18.00, la processione della statua di Gesù Bambino di Praga, aperta dai tradizionali “Crocifissi”, scenderà nelle vie del paese, raggiungerà il porto di Arenzano, dove la statuina di Gesù Bambino verrà imbarcata dai pescatori.

La suggestiva processione di barche in mare sosterà davanti al molo cittadino per la tradizionale preghiera del pescatore e la benedizione delle barche e alla città. Alle 22.30 la veglia di preghiera fino alle 4.00 del mattino successivo. Per l’occasione hanno garantito la loro presenza la Direzione marittima della Liguria della Guardia Costiera, gli equipaggi e le motovedette dei Carabinieri.

Si prosegue domenica fino alle ore 19, quando la statuetta di Gesù Bambino di Praga verrà verrà ricollocata sull’altare. Chiude la festa, alle 21, il concerto inaugurale dell’Orgnano restaurato: con il Maestro Fausto Caporali, titolare del grande organo della Cattedrale di Cremona, e la Schola Cantorum del Santuario.

Più informazioni