Sanzioni per i lavoratori

Treni, pendolari pronti ad azioni legali: “Ritardi per decisioni sbagliate dei dirigenti di Rfi”

Liguria. “Ieri 14 settembre: il RV 2118 in perfetto orario è stato fermato alla protezione sud di Tortona per parecchi minuti per decisione di un Dirigente Movimento di RFI. Perché? Per dare precedenza ad un treno cargo con 5 cisterne. 600 abbonati arrivano in ritardo sul lavoro e perdono, complessivamente, decine di migliaia di euro.
Per 2 abbonati sono scattate procedure disciplinari”. Lo denunciano i pendolari di Genovamilanonewsletter.

Oggi è successa una cosa simile. “L’IC 35652, in perfetto orario, viene fermato a Santa Margherita Ligure per decisione di un Dirigente di RFI. Perché? Per dare precedenza all’IC Notte 35990 in ritardo di 55 minuti. 450 abbonati arrivano in ritardo sul lavoro e perdono, complessivamente, decine di migliaia di euro. Per 5 abbonati scattano sanzioni disciplinari”, prosegue la nota.

“Chiediamo a Regione Liguria di convocare immediatamente RFI per una riunione esecutiva dove vengano portate giustificazioni per quanto accaduto. Noi ci riserviamo di denunciare penalmente e civilmente RFI per procurato danno e con Assoutenti procederemo a richieste esemplari di risarcimento danni. E’ immorale che lavoratrici e lavoratori debbano rimetterci soldi e salute a causa di decisioni scellerate di dirigenti ultra garantiti ai quali importa un cazzo della vita di migliaia di persone”, terminano i pendolari infuriati.