Nautico hi tech

Sicurezza in mare, il bracciale che diventa salvagente

Genova Una giovane donna scivola dal gommone, dove sta viaggiando con gli amici, ma basta tirare una nuova levetta dello strumento che ha al polso per fa gonfiare un salvagente particolarmente robusto. Si tratta di Kingii Wearable, un oggetto che può sembrare un gadget di James Bond ma che, in realtà, è la nuova frontiera per la sicurezza in acqua.

L’annegamento è, infatti, la terza causa di morte accidentale nel mondo: oltre 372.000 persone perdono la vita ogni anno. Risultati che si potrebbero abbattere con questo piccolo “gioiello” che si indossa come un orologio ma che, in soli due secondi, può gonfiare un cuscino in grado di tenere a galla un uomo di 130 Kg. Inoltre Kingii è riutilizzabile, basta ripiegare il cuscino e cambiare una minuscola cartuccia di CO2.

Kingii, che ha vinto il prestigioso premio Edison Award per la miglior startup 2016 e sul sito di crowdfunding Indiegogo ha raccolto oltre 635.000 dollari in soli due mesi. Kingii è nato da un’idea geniale del californiano Tom Agapiades che, dopo aver perso un amico in un tragico incidente, ha ideato il più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo per salvare i bagnanti che si trovano in difficoltà o chi cade in acqua accidentalmente

Più informazioni