Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scuole, task force per la sicurezza: quasi 395 mila euro per 60 edifici

Genova. Ammonta a quasi 395 mila la spesa sostenuta quest’anno dal Comune di Genova per la messa in sicurezza degli edifici scolastici e la prevenzione di crolli di solai e controsoffitti: 244 mila euro provengono dai contributi di un fondo che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca aveva messo a disposizione nel 2015 e 149.500 euro di cofinanziamento. La partecipazione al bando ministeriale ha consentito l’accesso ai finanziamenti per un totale di 60 scuole primarie e secondarie.

Da tempo l’obiettivo sicurezza caratterizza il lavoro del Comune di Genova. Dopo l’avvio, nel 2012, dello screening di oltre 130 immobili – in maggioranza scolastici – nel giugno 2015 la Direzione Patrimonio ha attivato una vera e propria task–force composta da propri tecnici e dalle strutture tecniche dei nove Municipi, per verificare la stabilità dei soffitti negli edifici scolastici.

In alcuni casi sono stati eseguiti interventi urgenti mentre in altri, per affrontare in via definitiva il problema, si è proceduto e si sta procedendo ad eliminare controsoffitti costruiti con metodi ormai desueti.

Ad oggi, tutti i monitoraggi sono terminati. I tecnici stanno lavorando in collaborazione con le imprese aggiudicatarie degli Accordi Quadro Municipali e di altri appalti affidati in via di urgenza, per ultimare gli interventi di messa in sicurezza e di ripristino in tempo utile per l’avvio dell’attività scolastica salvo alcuni casi complessi in cui la tipologia di ripristino dei locali non è tale da permettere la riapertura dell’aula in tempi brevissimi. In questi casi, di concerto con le scuole, sono state avviate le verifiche per l’individuazione di soluzioni alternative atte a consentire, comunque, il regolare avvio dell’anno scolastico.

“Una buona scuola non è costruita solo sulle innovazioni tecnologiche e sui programmi aggiornati ma anche sulla sicurezza che riesce a trasmettere – sottolinea l’assessore alla scuola Pino Boero -. Lavorare sulla prevenzione è utile, dunque, anche dal punto di vista educativo”.

“Si è trattato di un lavoro importante che ha visto un impegno sinergico di tutti gli uffici – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Gianni Crivello -. È stato intrapreso un nuovo metodo di intervento che considera la prevenzione quale elemento fondamentale del nostro agire”.