Quantcast
Seconda categoria girone d

Scatta la Seconda categoria, subito tanti golrisultati

Il Mariscotti realizza un poker travolgente con la Don Bosco. Vincono anche Cà de Rissi, Begato, Burlando, Atletico Quarto e Mele. Unico pareggio di giornata, quello fra Bolzanetese e Masone

Comincia anche il campionato di Seconda categoria girone D, con una giornata ricca di tanti gol, 25 totali, e neanche uno 0-0. Guida il Mariscotti, forte di un perentorio 4-0 rifilato alla matricola Don Bosco, che per la verità aveva iniziato la partita con un buon piglio e senza alcun timore degli avversari. Al 3° minuto infatti De Fazio coglie la traversa facendo tremare i tifosi locali.

Al 10° Luongo risponde da ottima posizione, ma non inquadra la porta. Il Mariscotti prende il controllo del gioco col passare dei minuti e dopo quindici minuti di equilibrio inizia a chiudere il cerchio. Ci provano nell’ordine Sanguineti al 15° con un tiro dal limite e Simic su punizione, ma la mira difetta in entrambe le occasioni. Si arriva al 42° quando Egelonu trova il varco giusto e trafigge Di Moro, anche se gli avversari lamentano un fallo subìto in precedenza.

La Don Bosco reagisce e nel secondo tempo la partita è più viva. Prima Fazio sfiora il pari, poi Bottaro di testa trova pronto Di Moro che evita la capitolazione. Il resto del match scorre senza particolari occasioni, ma con la Don Bosco in costante pressione il Mariscotti regge l’urto e chiude i conti a un quarto d’ora dalla fine. Al 71° Vinciguerra raddoppia e mette al sicuro il risultato. Nel finale poi i locali dilagano con Arcuri all’81° e con Scalzi al 90°.

Vittoria anche per il Cà de Rissi, con una formazione molto cambiata dal mercato estivo, ma comunque implacabile. Contro il Campo Ligure Il Borgo arriva la prima vittoria. L’inizio, per la verità è in salita per i biancorossoblù che subiscono subito il gol di Bona. Il Cà non sbanda e riprende a giocare. Al 23° Matarozzo su punizione chiama al miracolo il portiere Chericoni. É il preludio del pari che arriva al 30° con Roberto Moreno.

Si va alla ripresa in cui la palla resta soprattutto a metà campo, bloccando il match. Ci vogliono delle occasioni su calci piazzati per rendere viva la partita. Al 70° Matarozzo rinnova la sfida con Chericoni, ma la sua staffilata trova ancora reattivo il portiere ospite. Sull’angolo seguente Comberiati gira in porta da distanza ravvicinata, ma il portiere è portentoso. Il Campo Ligure fatica, cerca di mantenere almeno il pari, difendendosi in modo ordinato, ma all’82°Comberiati gira in porta il gol partita. Buona prestazione da parte di entrambe le compagini comunque.

Parte bene anche il Begato che ottiene una bella vittoria in trasferta contro l’Anpi Casassa. Come da copione i primi venti minuti sono di studio fra due formazioni reduci dalla preparazione pre campionato. Al 20° primo episodio con l’Anpi che guadagna un calcio di rigore, ma Valenti dal dischetto si fa ipnotizzare da Oliva che para e mantiene il risultato sullo 0-0.

La legge del gol si fa sentire al 37° quando Marcenaro è pronto a scagliare in porta la sfera con una gran conclusione in diagonale, dando il vantaggio al Begato. Tre minuti dopo arriva anche la sfortunata autorete di Lachina che manda fuori gioco il proprio portiere e regala il doppio vantaggio al Begato.

La ripresa vede i padroni di casa cercare con ogni mezzo di recuperare. L’Anpi gioca una partita generosa, ma poco lucida. All’80° Valenti riapre i giochi e si getta in cerca del pari, ma subisce il terzo, definitivo gol di Russotto al 95° su un contropiede micidiale del Begato.

L’anno scorso ha lottato fino alla fine per salvarsi, il Mele, quest’anno parte alla grande con una vittoria all’inglese, 2-0 sull’Olimpia. Merito va Buonopane che devia un tiro di Piras al 30° e a Reina che al 75° spegne ogni velleità di recupero da parte dell’Olimpia. Risultato giusto soprattutto perché il Mele  si è dimostrata squadra cinica e ben messa in campo.

La Rossiglionese subisce la prima sconfitta in casa ad opera del Burlando. La gara è estremamente equilibrata e giocata molto in mezzo al campo. Il gol che decide la partita arriva al 65° per opera di Incandela. I bianconeri fanno poco per recuperare e il Burlando amministra fino al termine.

Vince anche l’Atletico Quarto che sconfigge la Sarissolese 2-0. Dopo un primo tempo di studio e giocato a ritmi sostenuti, Santamaria sblocca il risultato al 68°. Al 74° Goglia chiude i conti

Unico pareggio di giornata è quello fra Bolzanetese e Masone che danno vita a una bella partita in cui la posta in palio è divisa fra le due compagini. Al 5° è subito vantaggio per il Masone che passa con Salis. La risposta arriva al 25° con Semino che trova il pari e a fine tempo passa in vantaggio con Giacobone. Nella ripresa il Masone cinge d’assedio i padroni di casa che capitolano al 73° sul tiro di De Gregorio. Un pareggio tutto sommato equo per quanto mostrato dalle due squadre.