Sconfitta immeritata

Sampdoria beffata, vince il Milan con un gol di Bacca fotogallery risultati

Genova. Un vero peccato: la Samp aveva dominato gran parte del primo anticipo della quarta giornata di Serie A, ma è il Milan, con una rete di Bacca a cinque minuti dalla fine, a conquistare la vittoria. La squadra ha anche stavolta qualcosa da recriminare con l’arbitro: Irrati nega un gol regolare a Barreto (anche se, sul finale, non concede un rigore piuttosto evidente al Milan). È anche vero che è una leggerezza a centrocampo della Samp a lanciare l’azione del vantaggio rossonero.

Con Alvarez squalificato, Giampaolo decide di affidarsi a Praet, mentre dietro c’è Skriniar a fare il centrale insieme a Silvestre. Nel Milan Lapadula preferito a Bacca.

Partita subito su buoni ritmi e la prima vera occasione è della Samp: Torreira prende la mira da fuori area e costringe Donnarumma ad allungarsi per deviare con la punta delle dita il pallone destinato a insaccarsi (11′).

Altra palla gol per la Samp al 14′, con Donnarumma pronto ad accartocciarsi per evitare la deviazione di Muriel, sfuggito alla marcatura dei difensori rossoneri.

La prima parte di gara mostra che i blucerchiati riescono facilmente a mettere in difficoltà il Milan, aggredendoli molto alti, al 23′ la pressione su Donnarumma lo costringe a sbagliare, palla sui piedi di Quagliarella che però non è lesto a controllare per battere a rete.

Il Milan si fa vedere dalle parti di Viviano al 29′: lancio dalle retrovie di Calabria per Lapadula, che è tutto solo in area di rigore, ma il tiro è da dimenticare e termina sopra la traversa.

Al 31′ imprevisto: si fa male Sala, dentro Pereira.

Non c’è un attimo di respiro e spesso i difensori del Milan non vanno per il sottile, sparando via la palla senza pensarci troppo.

Al 39′ ammonizione per Lapadula, reo di aver toccato con la mano un calcio di punizione di Muriel, grandi proteste prima da parte della Samp (lo stesso attaccante rossonero stava partendo in contropiede), poi da parte del Milan, sostenendo che il giocatore aveva il braccio attaccato al corpo.

Sul finale del primo tempo ancora una Samp arrembante: 44′ e Barreto in corsa dai 25 metri chiama Donnarumma al super-lavoro, deviazione in angolo con un grande tuffo.

Secondo minuto della ripresa e altro giallo per il Milan: Bonaventura.

Grandi applausi per Muriel, che mette sempre in apprensione la squadra di Montella, con il campo aperto il colombiano arriva in area per l’assist verso il centro, ma Paletta ci mette una pezza (52′).

Il Milan, quando riparte da Donnarumma, sceglie il passaggio corto e il pressing doriano mette costantemente in difficoltà il portatore di palla.

57′: primo cambio per il Milan: fuori Sosa dentro Locatelli.

Il primo tiro nello specchio dei rossoneri arriva al 59′: Suso scalda le mani a Viviano con una conclusione centrale che il portiere para in due tempi.

Al 64′ finisce la partita di Lapadula (solo un tiro sopra la traversa per lui), dentro Bacca.

È il 69′ quando arrriva il momento di Fernandes per un affaticato Praet, subito dopo l’episodio che potrebbe cambiare la partita: Barreto ribadisce in rete un pallone sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma per l’arbitro è fuorigioco (che non c’era per chi può vedere la moviola).

Primo cartellino giallo per la Samp al 71′ (Pereira atterra Niang al limite del lato piccolo dell’area di rigore).

Il Milan confeziona la palla per il possibile vantaggio al 74′: Bacca si gira in un fazzoletto e ci prova dal limite, ma Viviano è prodigioso a distendersi, deviando sul secondo palo.

Ed è il palo a dire di no a Muriel all’80’ dopo una deviazione

All’82’ altro episodio da consegnare alla moviola: il Milan reclama un calcio di rigore per un atterramento di Bonaventura da parte di Pedro Pereira, ma le emozioni non sono finite: all’84’ altro gol annullato alla Samp, Muriel si era aggiustato il pallone con la mano (e viene anche ammonito).

La beffa arriva un minuto dopo: errore di Skriniar a centrocampo, ne approfitta Suso, che serve Bacca: l’attaccante si invola e infila un incolpevole Viviano. Milan in vantaggio.

Giampaolo tenta la carta Schick all’88’ (fuori Barreto). Montella perde tempo inserendo Gomez per Suso (90′) proprio mentre ai blucerchiati si profila l’ultima occasione per agguantare il pareggio: calcio di punizione all’altezza della lunetta, ma Fernandes colpisce la barriera.

In pieno recupero la Samp ce la mette tutta, anche Viviano va a saltare sull’ultimo calcio d’angolo, ma non c’è nulla da fare. Il Milan conquista i tre punti, applausi per i blucerchiati da tutto lo stadio.

Sampdoria-Milan 0-1

Reti: 85′ Bacca

Sampdoria: Viviano, Sala (31′ Pereira), Silvestre, Skriniar, Regini, Linetty, Barreto, Torreira, Praet (69′ Fernandes), Muriel, Quagliarella.

A disposizione: Puggioni, Amuzie, Dodo, Eramo, Schick, Krajnc, Palombo, Cigarini, Djuricic, Budimir.

Allenatore: Giampaolo.

Milan: Donnarumma, Abate, Paletta, Romagnoli, Calabria, Sosa (57′ Locatelli), Montolivo, Bonaventura, Suso (90′ Gomez), Lapadula (64′ Bacca), Niang.

A disposizione:Gabriel, Plizzari, Ely, Adriano, Honda, Poli, Vangioni.

Allenatore: Montella

Arbitro: Irrati di Pistoia

Ammoniti: Pereira, Muriel (S); Lapadula, Bonaventura, Donnarumma (M)

Spettatori: abbonati 16.789 paganti 2.919. Incasso 87.316. Quota gara 164.806.