L'avvertimento

Il Salone Nautico rischia grosso, ministro Calenda: “Neppure un euro senza accordo tra Ucina e Nautica Italia”

Genova. Non ha usato mezzi termini il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda. “Il Salone Nautico di Genova non riceverà un euro l’anno prossimo se non ci sarà l’accordo tra le due associazioni Ucina e Nautica Italia”, ha avvertito il ministro, secondo cui “dando vita a due associazioni che hanno litigato tra loro il Salone è sprofondato”.

Parlando, alla Summer School di Confartigianato, più in generale del tema delle fiere, Calenda ha sottolineato che “sono fondamentali, ma che non ha senso che ogni provincia abbia la sua: Qui a Roma abbiamo un esempio delirante, è imbarazzante”.

La strategia indicata dal ministro prevede di puntare “su una trentina di quelle più importanti”, a cui vengono dati i soldi. “Vogliamo investire sulle cose che funzionano. Quelle che non funzionano, prima funzionano e poi
diamo loro i soldi”, ha concluso.

E a stretto giro è arrivata anche la risposta di Ucina: “Siamo da sempre istituzionalmente al servizio di tutta la filiera e siamo quindi allineati con le richieste di unita’ di intenti espresse oggi dal Ministro Calenda”. Così la presidente di Ucina, Carla Demaria che ha aggiunto: “Abbiamo ben presenti le esigenze di tutto il mercato che ci vede rappresentarlo in Confindustria e gli sforzi compiuti dal Mise e dall’Ice a sostegno del comparto. In questo senso proprio l’1 settembre scorso, Ucina ha rinnovato la sua disponibilità a un incontro con Nautica Italiana alla presenza del sottosegretario Scalfarotto gia’ il 24 settembre prossimo e a seguire per il 27 o 28 settembre o ancora il 3 ottobre. Ucina conferma così e nei fatti con l’organizzazione e la gestione della 56a edizione del Salone Nautico il suo impegno concreto per tutto il mercato nautico italiano”.

Al Nautico di Genova, sottolinea Ucina, “partecipa la maggioranza delle aziende del comparto italiano” e la prossima
edizione (20-25 settembre) segna anche il ritorno di diversi brand esteri “che riconoscono quindi il valore e la centralità
internazionale del Salone come strumento di promozione del settore confermando l’interesse per il nostro mercato da parte
dei più importanti player di settore internazionali”.

leggi anche
  • La replica
    Nautico, Toti: “Da parte nostra massimo impegno, ma Governo sani divisioni comparto”
  • Domani
    Salone Nautico, iniziato il countdown. Doria: “Genova, cornice perfetta”
  • 56°
    Nautico, inaugurazione con presidio. Toti: “E’ il Salone della svolta, l’anno prossimo ancora più grande”