Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rifiuti, Farello contro Amiu: “Servizio inaccettabile”. A metà settembre la gara per gli ingombranti foto

Genova. “Lo stato di servizio della raccolta rifiuti, per usare un eufemismo, non è positivo”. Tradotto, in maniera più diretta: è inaccettabile. Dura interrogazione da parte del capogruppo Pd, Simone Farello, alla giunta Doria, in particolare all’assessore competente, Italo Porcile.

“La situazione di malessere è diffusa, per tutta la raccolta, con particolare criticità sugli ingombranti – ha spiegato Farello – legata certo anche agli appalti Amiu, con le difficoltà che hanno incontrato aziende titolate”.

E in coda la bordata: “I lavoratori degli appalti non sono un problema di Amiu? – ha detto l’esponente Pd in direzione della dirigenza Amiu – Senza tralasciare che il servizio non è in attuazione e gli ingombranti lasciati aumentano un circuito economico illegale”. Anche il diserbo e il decespugliamento presenta forti criticità in luoghi dove non si era mai registrato. “Non si utilizza più un materiale diserbante – ha concluso Farello – ora illegale, ma non vorrei che la grande attenzione del gruppo dirigente Amiu su annunci e strategie sia diventate la priorità quando la priorità è rispettare il contratto di servizio”.

“E’ stato un anno di difficoltà – ha ammesso l’assessore Porcile – in autunno abbiamo deciso di non utilizzare più il diserbante chimico che consentiva resa da 10 a 15 volte di più rispetto a quello meccanico. Siamo stati anticipatori, e Genova ha scontato questo anticipo, ma le assicuro che anche altrove occorrerà riorganizzazione servizio. Nel frattempo la ricerca dovrebbe consentire nuovi prodotti non dannosi, ma con maggiore resa”.

Altro punto debole, gli ingombranti, una carenza che ha pesato anche sulla qualità complessiva del servizio. “E’ pronta finalmente la procedura di gara – ha annunciato l’assessore – entro metà mese sarà avviata”.

“Non è stato un anno facilissimo – ha ribadito riassumendo Porcile – è in corso una profonda revisione dei servizi, quest’anno per la prima volta però abbiamo operato in trasparenza girando per i municipi per presentare il nuovo piano della differenziata e presentando ai cittadini via per via il servizio per valutare, avendo una fotografia puntuale dello stato delle zone”.

Centro storico e levante meglio, periferie penalizzate. “Utilizzeremo anche le risorse migranti se sarà possibile, per riequilibrare dove occorre, fermo restando che le risorse sono sempre uguali. Occorrerà allo stesso tempo, però, aumentare il controllo e le sanzioni rispetto ai comportamenti dei cittadini”.

“Vedo che la consapevolezza c’è, ora un consiglio – ha concluso Farello – illustrate provvedimenti in una commissione ad hoc dove non si parli di strategie ma di queste misure. E’ vero che è stato un anno difficile ma la qualità non c’entra, Amiu ha assunto quasi cento persone. Se diventa alibi, abbiamo un grande problema”.