Operaio ucciso durante picchetto a Piacenza, Usb: "Sciopero e presidi in tutte le città" - Genova 24
Mobilitazione

Operaio ucciso durante picchetto a Piacenza, Usb: “Sciopero e presidi in tutte le città”

usb - unione sindacale di base

Liguria. Sciopero immediato di tutto il settore della logistica a livello nazionale dalle 5 di oggi 15 settembre alle 05 di domani 16 settembre con blocco dei magazzini e delle merci e manifestazioni di protesta presso gli Uffici del Governo di tutte le città italiane. E’ quanto ha indetto l’Usb dopo la morte di Abd Elsalam Ahmed Eldanf, 53 anni 5 figli, operaio presso il magazzino GLS di Piacenza, travolto da un camion, mentre manifestava contro la precarietà, nel corso di una difficile trattativa in corso nella notte. Assieme a lui è rimasto ferito, per fortuna in maniera lieve un altro facchino.

“Abdesselem, pur non essendo un precario, lottava contro la precarietà e per il rispetto degli accordi sottoscritti, a prezzo di dure lotte, tra l’USB e la GLS costantemente messi in discussione dall’azienda – si legge nella nota del sindacato di base –
Le responsabilità dell’azienda sono incontrovertibili, sia per il clima di ricatto e di schiavitù che vige nei suoi depositi attuato grazie alla totale complicità di tutte le altre sigle sindacali, sia per aver incitato i camionisti dell’azienda a sfondare il picchetto. Altrettanto incontrovertibili le responsabilità del Governo nella destrutturazione dei diritti dei lavoratori che sono la vera causa dell’assassinio di Abdesselem”.

A Roma alle ore 15,00 mobilitazione sotto gli uffici del Ministro del Lavoro in Via Veneto dove USB chiede di incontrare il Ministro Poletti. Sabato 17 ore 12,00 manifestazione a Piacenza.

Più informazioni
leggi anche
Amministrazione della Giustizia - Tribunale
Ubriaco e senza patente
Operaio ucciso sulla A12: scarcerato il conducente dell’auto, scena muta davanti al gip