Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

No Tav bloccarono trivella a Trasta: quattro condanne su diciotto imputati

Più informazioni su

Genova. Si erano introdotti nel cantiere del Terzo Valico a Trasta dopo una manifestazione interrompendo il lavoro degli operai e danneggiando, seppur involontariamente, una trivella.

Per questo 18 no tav erano stati mandati a processo dall’allora procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico, oggi in pensione, con l’accusa di violenza privata, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento.

Oggi il tribunale di Tribunale di Genova ha condannato solo 4 di loro a una pena compresa tra sei e otto mesi, con la sospensione condizionale. La condanna ha riguardato i primi manifestanti che il 6 dicembre del 2012 si erano introdotti nel cantiere, passando da un bosco non cintato e che poi erano saliti sulla trivella danneggiando involontariamente la leva di avviamento della stessa.

Per questo il tribunale non ritenuto sussistente il reato di danneggiamento ma solo quelli di violenza privata e interruzione di pubblico servizio. I manifestanti erano difesi dagli avvocati Laura Tartarini, Emanuele Tambuscio, Alessandro Gorla e Raffaella Multedo.