Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mense, Serenissima Ristorazione condannata per condotta antisindacale

Genova. L’azienda Serenissima Ristorazione spa, nei confronti della quale è aperta la vertenza per la mancata assunzione di parte del personale nel cambio di appalto della ristorazione scolastica del comune di Genova e che opera, tra le altre, presso Fincantieri, l’Istituto Idrografico della Marina Militare e l’Ospedale San Martino di Genova, aveva trasferito, il giorno successivo alla proclamazione di uno sciopero, la Rappresentante Sindacale della Uiltucs di Genova e della Liguria.

Successivamente, dopo un deciso intervento del sindacato, era stata inizialmente reintegrata per poi essere nuovamente ritrasferita dopo poche settimane.

A seguito delle nuove proteste del sindacato l’azienda per tutta risposta aveva addirittura mosso una contestazione disciplinare alla delegata.

La Uiltucs ha promosso tramite il proprio legale, Avvocato Daniele Bordigoni del Foro della Spezia, un ricorso giudiziale ex art. 28 dello statuto dei lavoratori, denunciando la condotta antisindacale adottata dall’impresa.

Il Giudice del lavoro del tribunale di Genova, Francesca Maria Parodi, con provvedimento del 6 settembre, ha accolto integralmente il ricorso rilevando l’illiceità della condotta adottata dall’impresa e la sua antisindacalità ordinando, pertanto, a Serenissima Ristorazione la cessazione del comportamento con la reintegra della delegata sindacale nella unità produttiva di provenienza e condannandola al pagamento di tutte le spese legali.

“Riteniamo questa vittoria del sindacato un grande risultato per tutti quei lavoratori che quotidianamente subiscono vessazioni e che spesso, quando chiedono il rispetto dei propri diritti (purtroppo sono sempre meno), trovano non solo un muro ma spesso vengono pesantemente marginalizzati all’interno del luogo di lavoro”, commenta il sindacato.