Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Isolese parte a razzo. Golfo Paradiso e Via Dell’Acciaio non perdonano risultati

Prima giornata di Prima Categoria, girone C, con tanti gol. I biancoverdi calano la manita al Leivi. Gran partita del Prato che rimonta ad Arenzano. Golfo Paradiso autorevole contro il San Gottardo

Anche la Prima categoria è cominciata, e non manca il divertimento per le squadre che partecipano al girone c. Parte fortissimo l’Isolese che nel posticipo di domenica ha voluto far dimenticare il triste epilogo ai playoff dello scorso anno. 5-0 sul  malcapitato Leivi i cui giocatori sono ancora in vacanza, almeno con la testa.

La partita si decide nella ripresa, anche perché fino al 42° c’è un sostanziale equilibrio. I biancoverdi sono sostanzialmente gli stessi della scorsa stagione, mentre il Leivi ha cambiato qualcosa e i meccanismi vanno oliati. Cogorno sigla il vantaggio che manda le squadre al riposo sull’1-0. Nella ripresa Savaia allunga al 54°, poi l’Isolese controlla e dilaga nell’ultimo quarto d’ora con le reti di Aiello al 78°, Daga all’87° e il rigore realizzato al 90° da Bortolini.

Nell’altro posticipo di giornata, Aurora e Sampierdarenese si dividono la posta in palio impattando 1-1. Primo tempo equilibrato e non molto esaltante con le squadre che si studiano e non rischiano. Poi nel finale di tempo cambia tutto. Al 43° Ferraro ha l’occasione per mandare in vantaggio la Sampierdarenese su rigore, ma sbaglia. Tre minuti dopo, in pieno recupero, Gesi trova il varco e fa 0-1.

Nella ripresa il pareggio è quasi immediato con Vottero che sfrutta al meglio un calcio di punizione e rimette le cose a posto. Il resto del match passa con le squadre che paiono interessate più a non prenderne che a darne, e la partita finisce 1-1.

Negli incontri della mattinata il Golfo Paradiso si prende i primi tre punti realizzando altrettante reti al San Gottardo. Al 40° Zucca gira bene in porta un corner dopo un primo tempo poco attivo. Nella ripresa Apicella tenta di pareggiare, ma l’ottimo Cellerino nega il passaggio. Al 50° Brunelli in diagonale mette al sicuro il risultato e cinque minuti dopo cala definitivamente il sipario sulle speranze del San Gottardo grazie al secondo gol di Zucca, stavolta una botta dal limite dell’area.

Goleada del Via dell’Acciaio che ne fa 4 al Bogliasco. Pronti via e dopo un minuto Biello ha già segnato. Al 20° Fiumanò sigla la sua prima rete dell’anno su calcio di rigore e al 42° siamo già sul 3-0 grazie alla rete di Lalli. Nella ripresa i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Ligios, ma non patiscono granché, anche se all’80° Cimieri trova il varco per il gol del 3-1. Il Bogliasco ci crede poco e nel finale di tempo subisce anche il quarto gol firmato Pili.

Pareggio scoppiettante fra Pieve e San Bernardino con i padroni di casa che vanno tre volte in vantaggio, ma vengono puntualmente raggiunti dagli avversari. Al 3° Toncini fa 1-0, che viene impattato al 16° da Provenzano. Toncini,  trova il nuvo vantaggio al 40°, ma al 54° Valmati rimette tutto sul pari. Il Pieve allora ci riprova con Poroli, che al 75° sigla il 3-2, ma cinque minuti dopo Provenzano sigla la doppietta personale che vale il primo punto per entrambe le squadre e la partita termina 3-3.

Colpaccio del Prato che espugna Arenzano con una bella rimonta. Gennari e compagni iniziano male, andando sotto grazie al calcio di rigore trasformato, al 12° da Luca Baroni. Al 34° Zamana riesce a trovare la via giusta per infilare Lucia che poco dopo verrà espulso per fallo da ultimo uomo fuori area. Nella ripresa l’Arenzano tiene, ma l’uomo in meno si fa sentire e Lamonica batte una punizione che viene deviata da Perego nella propria porta. É il gol che decide la partita che si chiude con ben tre espulsioni, visto che anche Zamana e Baroni devono abbandonare il terreno di gioco.

Genovese e Sciarborasca si dividono la posta in palio in una partita avara di emozioni in cui ha prevalso la paura. Vantaggio dei locali al 57° con Testasecca e pareggio su rigore di Bertolotto al 79°. Pari senza grosse emozioni anche fra Vecchiaudace Campomorone e Calvarese che fanno 0-0. Si registra solo una gran traversa colpita al 75° da Piazze, sfortunato nell’occasione.