Genova

Il ritorno dei Distinti Gentiluomini per raccogliere fondi contro il cancro alla prostata

Genova. L’appuntamento è per domenica 25 settembre quando, in tutto il mondo, migliaia di motociclisti saliranno in sella alla loro moto con capelli, baffi e barbe impomatati, camicie di seta, cravatte o papillon, tutto rigorosamente in stile vintage, per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro alla prostata.

Il giro genovese parte da piazza della Vittoria alle 10,00 (concentramento presso le Caravelle) attraverserà il ponente cittadino per concludersi alle 12 circa con un aperitivo in piazza dei Micone a Sestri Ponente. All’arrivo sarà possibile aggiustarsi barba e baffi grazie alla presenza di Monsieur Barberia per poi godersi lo spettacolo offerto dai ballerini acrobatici di swing “Mash Up” con musica selezionata dal dj Alex Strange.

L’evento anche quest’anno è organizzato da Cafè Racer Genova in collaborazione con Greaser Garage, Iuri Moto, Biemme Moto e Vuscià. L’iscrizione è aperta a chiunque possegga una moto classica o classica moderna (café racer, scrambler, bobber, custom, vespe o lambrette) e voglia sfoggiare un abito elegante: basta andare sul sito www.gentlemansride.com e cercare il “ride” di Genova, iscriversi e fare una donazione.

“In Italia sono 27 le città impegnate nella corsa benefica – racconta Ugo Roffi, di Cafe Racer Genova tra gli organizzatori dell’evento genovese – da Treviso a Palermo, passando per Firenze, Milano, Roma, Ancona, Bari… per arrivare a Genova con i suoi 100 iscritti – ad oggi – che hanno versato oltre mille e cinquecento euro. Siamo molto soddisfatti perché Genova è fra le città con l’indice medio di donazione a persona più alto. Segno che Genova è una città generosa – continua Roffi – almeno i motociclisti stanno dimostrando di esserlo. L’obiettivo è di raggiungere due mila euro, almeno ci proviamo!”

La prima “corsa dei distinti Gentiluomini” è stata organizzata nel 2012 a Sydney in Australia ed è stato subito un successo, l’edizione dell’anno scorso ha messo insieme circa 37 mila partecipanti in 410 città di 79 paesi nel mondo, che complessivamente hanno raccolto 2,3 milioni che hanno finanziato la ricerca contro il cancro alla prostrata.

Quest’anno l’obiettivo – scrivono gli organizzatori dall’Australia – è raggiungere cinque milioni di dollari. Ad oggi sono già stati raccolti 1,5 milioni di dollari. Genova farà la sua parte.