Alle 16

Ilva di Cornigliano, incontro al Mise il 21 settembre per il rinnovo degli ammortizzatori sociali

Genova. Arriva la data dell’incontro sulla vertenza Ilva i cui contratti di solidarietà scadono il 30 settembre. Solo ieri le organizzazioni sindacali e rsu avevano ribadito la necessità di un incontro politico che prevedesse oltre alla discussione sul nuovo ammortizzatore, che dovrebbe essere una cassa integrazione ad hoc per le aziende in amministrazione controllata, anche la definizione delle risorse e delle modalità di svolgimento dei lavori di pubblica utilità.

Non a caso l’incontro non si svolgerà presso il ministero del Lavoro ma presso il ministero dello Sviluppo Economico alla presenza del viceministro Teresa Bellanova che già a febbraio aveva gestito per conto del premier Renzi la delicata partita dopo la tre giorni di proteste di gennaio.

Un buon segno, quindi, o almeno un buon inizio. All’incontro sono stati invitati anche il Comune di Genova e la Regione Liguria. Per i sindacati servono circa 4 milioni di euro per intregrare il reddito dei lavoratori (circa 750) che dovrebbero andare in cassa a zero ore affinché sia rispettato l’accordo di programma.

Da vedere chi sarà incaricato di mettere a disposizione le risorse necessarie. L’incontro potrebbe anche essere l’occasione per parlare del futuro dello stabilimento visto che il sottosegretario alla presidenza del consiglio Claudio De Vincenti aveva fatto capire ai sindacati che l’accordo di programma considerato ‘datato’ andrà riscritto insieme ai soggetti che acquisteranno il gruppo.

leggi anche
  • Attesa
    Ilva, Toti: da viceministro rassicurazioni su lavori pubblica utilità